Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:PORTOFERRAIO19°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 17 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovtsal, il momento in cui i combattenti ucraini lasciano l'acciaieria dopo il lungo assedio

Politica giovedì 10 maggio 2018 ore 09:35

​Consiglio burrascoso, il PD abbandona l'aula

I consiglieri di minoranza PD di Portoferraio

Contestate le alienazioni degli immobili di proprietà comunale e la classificazione del palazzo ex ONMI sede della Cosimo de' Medici



PORTOFERRAIO — Seduta burrascosa del consiglio comunale a Palazzo della Biscotteria. Il Gruppo Consiliare del PD di Portoferraio ha abbandonato la seduta consiliare in cui si è discusso parte del bilancio di previsione 2018.

"L’Amministrazione Ferrari - si legge in una nota del PD - doveva approvare il bilancio di entro il 31 marzo 2018 e il rendiconto di gestione entro il 30 aprile 2018, nonostante tali ritardi e violazione di leggi, l’amministrazione ha prodotto un documento di bilancio fotocopia di quello degli anni precedenti, senza che si intravedesse alcun progetto politico di sviluppo e crescita del territorio, solo e sempre enunciazioni generiche: hanno però dichiarato di aver investito sullo sport perché avrebbero stanziato ben 58.000 euro per il bando dei contributi alle società sportive che lo scorso anno non è stato fatto, a fronte di oltre 8 milioni di presunto avanzo di amministrazione.

Hanno però studiato e fatto ben altro:nel piano delle vendite hanno deciso di vendere tutto il palazzo delle ex poste, naturalmente con due perizie di stima distinte, sottostimate e contraddittorie (prima il piano terra no, poi il piano terra si) messe sotto la lente di ingrandimento anche dal revisore dei conti e dimenticandosi completamente del progetto del museo del mare sponsorizzato dall’assessore Del Mastro.

Sono poi passati alla Delibera di rettifica della classificazione dei beni nell’inventario comunale e si scopre che il palazzo ex ONMI quello per intendersi che ospita il nido comunale, il centro giovani, la Cosimo dei Medici, la sala Telemaco Signorini, intendono spostarlo dal patrimonio demaniale a bene patrimoniale disponibile che in parole povere significa “alienabile, vendibile”.

Abbiamo chiesto di ripensarci, di non mettere a rischio di vendita un immobile prestigioso e importante per il Comune, già oggetto di una prima delibera in cui si ratificava la cessione alla società Cosimo de Medici per ripianare i debiti nei confronti di quest’ultima e successivamente, dopo sollecitazioni della minoranza, rettificata.

Ci è stato detto che facevamo il processo alle intenzioni, che nessuno di loro pensava ad una vendita dell’immobile, ma che non potevano impedire di venderlo e che era una scelta di democrazia.

E’ stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso - conclude la nota del PD - incapaci di assumersi la responsabilità di scelte scellerate, cercavano giustificazioni insostenibili che offendevano l’intelligenza dei consiglieri presenti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto all'uscita del paese di Rio Marina. Traffico bloccato fino alle 9 per le operazioni di soccorso sulla strada
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Elezioni

Politica