QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 10°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 dicembre 2018

Attualità venerdì 07 dicembre 2018 ore 18:00

Contributo di sbarco, ecco la nuova suddivisione

Congelato l'aumento. 1 milione e 400mila euro per la promozione, 1 milione e 400mila euro ai Comuni e 200mila euro per progetti comprensoriali



CAPOLIVERI — Si è svolta questa mattina presso la sala consiliare del Comune di Capoliveri la riunione della Gestione associata del turismo dei sindaci elbani. L'incontro, convocato per le 11 si è però prolungato perché ci sono stati ritardi da parte della sindaca di Marciana Marina e da parte del rappresentante del Comune di Rio. 

E' stata una riunione abbastanza movimentata e il primo punto affrontato è stato quello relativo al finanziamento di interventi sul frantoio comprensoriale, che è opera ereditata da tutti i Comuni elbani dalla ex Unione dei Comuni in maniera indivisa. Durante la consulta dei sindaci sono emersi dubbi sulla correttezza dell'iter da parte del Comune di Portoferraio perciò il sindaco di Capoliveri, Ruggero Barbetti, ha chiesto al sindaco di Portoferraio che sia presentata una relazione in cui si da conto delle varie procedure dell'iter che hanno portato a chiedere il contributo alla Gestione associata. Questo argomento perciò sarò ridiscusso in un'altra seduta.

Per quanto riguarda invece il contributo di sbarco, preso atto del momentaneo stop all'aumento a 5 euro, il sindaco Barbetti ha avanzato alcune proposte agli altri sindaci. 

Tuttavia il sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari, ha presentato un documento (che si riporta in forma completa come allegato in fondo all'articolo) in cui, sottolinea che non era intenzionato a far saltare la Gestione associata del turismo ma che per approvare l'aumento del contributo di sbarco chiede: un programma delle opere comprensoriali, l'allargamento del tavolo della Gat alle associazioni di categoria, culturali e ambientaliste e di rivedere la convenzione sul peso del voto dei vari Comuni (Portoferraio ha l'88,3 per cento degli sbarchi di passeggeri e mezzi), in base alla presenza dei porti e dell'aeroporto.

Per quanto riguarda invece il Comune di Rio era presente il consigliere di maggioranza Agostino Mondellini, che ribadendo la contrarietà del Comune di Rio all'aumento del contributo di sbarco in un periodo di crisi ha espresso il parere che la suddivisione dei proventi di sbarco fosse orientata nel supportare i Comuni "meno sviluppati", proposta che però non ha trovato accoglienza, anche perché formulata genericamente.

Anche gli altri rappresentati dei vari Comuni sono intervenuti nella discussione che alla fine si è risolta con l'approvazione della prima proposta alternativa del sindaco di Capoliveri. E' infatti passata a maggioranza con 6 voti favorevoli e uno contrario (Portoferraio) la seguente suddivisione dei proventi del contributo di sbarco: 1 milione e 400mila euro per la promozione e l'accoglienza, 1 milione e 400mila euro da suddividere in quote uguali fra i 7 Comuni, quindi 200mila a testa, e 200mila euro per le opere comprensoriali e per la ricerca di finanziamenti comunitari. Il sindaco di Porto Azzurro, Maurizio Papi, non era presente ma aveva delegato il sindaco Barbetti.

Questa nuova suddivisione del contributo di sbarco penalizza quindi i due Comuni che hanno votato contro l'aumento del contributo stesso e cioè Portoferraio e Rio, perché per Portoferraio era stata precedentemente decisa la quota di 300mila euro, per i maggiori disagi dovuti al traffico del porto, e per Rio la quota di 285mila euro, per due anni, come contributo di solidarietà in seguito alla fusione dei due Comuni di Rio nell'Elba e Rio Marina.

Tuttavia si segnala che i cinque Comuni di Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro e Campo nell'Elba, che si erano pronunciati precedentemente a favore dell'aumento del contributo di sbarco  a 5 euro porteranno comunque la proposta per l'approvazione nei rispettivi Consigli comunali. 

Se in futuro anche gli altri due Comuni faranno lo stesso, nel momento in cui l'aumento avrà l'ok di tutti i Consigli comunali, potrà quindi essere comunicato alle compagnie di navigazione e applicato.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità