Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 03 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, la canzone dei Maneskin e la somiglianza con gli Anthony Laszlo: la denuncia del produttore sui social

Politica mercoledì 26 ottobre 2016 ore 18:12

Spazi marittimi, la Regione ora coinvolta

L’assessore regionale Fratoni risponde all'interrogazione. Borghi (Lega nord): "Nemmeno un centimetro del nostro mare deve essere ceduto alla Francia"



CAMPO NELL'ELBA — Spazio marittimo: la Toscana sarà rappresentata nel comitato tecnico interministeriale. L’assessore regionale Federica Fratoni ha risposto in Aula ad una interrogazione a firma Claudio Borghi (Lega nord, portavoce dell’opposizione) in merito all’approvazione in esame definitivo, da parte del Governo italiano, di un decreto legislativo in attuazione della direttiva europea che istituisce un quadro per la pianificazione dello spazio marittimo. 

Il consigliere nell’interrogazione rileva che la pianificazione dello spazio marittimo "consiste nello stabilire quando e dove svolgere le attività umane in mare" e costituisce "strumento fondamentale di attuazione della politica marittima integrata". Ricorda "la vicenda dell’accordo stipulato tacitamente il 21 marzo 2015 tra Ministro degli esteri italiano e il suo omologo francese, attraverso il quale il Governo italiano ha ceduto una porzione consistente di acque territoriali alla Francia". 

Chiede alla Giunta se la Regione fosse al corrente dell’approvazione del decreto in questione, se sia stata coinvolta nell’iter di approvazione, se sia prevista la partecipazione delle Regioni al tavolo interministeriale e al comitato tecnico e come la Toscana "intenda partecipare all’attuazione della direttiva Ue nell’interesse delle comunità e delle categorie operanti nelle attività marittime".

"L’iter di emanazione - ha spiegato l’assessore Fratoni - prevede la partecipazione delle Regioni attraverso il parere espresso in sede di conferenza permanente. Nel mese di luglio le Regioni hanno presentato alcune proposte di emendamento allo schema del decreto e il Ministero ha accolto tutte le proposte emendative". 

Il decreto accoglie così il principio della partecipazione delle Regioni al comitato tecnico, con un rappresentante delle Regioni designato dalla Conferenza dei presidenti delle Regioni per ciascuna area marittima di riferimento. 

"La Regione - ha proseguito Fratoni - designerà il proprio rappresentante all’interno del comitato tecnico e individuerà forme di raccordo per portare una posizione coordinata sui vari aspetti della pianificazione. Il coinvolgimento delle comunità e delle categorie sarà assicurato dalle forme di concertazione già previste".

Il consigliere Borghi si è detto soddisfatto della risposta: "Adesso, però, siete coinvolti voi - ha dichiarato in Aula - se un centimetro del mare toscano viene ceduto alla Francia e trova qualsiasi forma di approvazione da parte di questo Consiglio, tutte le conseguenze sono vostre".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità