Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:PORTOFERRAIO23°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 19 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Autonomia: dai banchi della maggioranza sventolano le bandiere regionali, l'opposizione canta l'Inno di Mameli

Cronaca lunedì 30 luglio 2018 ore 12:10

Fuggiva dai Carabinieri l’uomo caduto nel dirupo

Il recupero del fuggitivo

Il 37enne riese stava entrando in un locale quando è stato fermato per controlli. Ha tentato di disfarsi di alcune dosi di cocaina. E'stato arrestato



PORTOFERRAIO — Sfuggiva ad un controllo antidroga l'uomo recuperato dai vigili del fuoco in un dirupo nella movimentata notte fra sabato scorso e domenica  in località Capannone.  A raccontare come sono andate le cose è un comunicato stampa emesso dall'Arma dei Carabinieri.

I militari del Nucleo Operativo, impegnati insieme ai colleghi della Guardia di Finanza nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi di una discoteca, hanno visto  arrivare D.A., 37enne riese già noto alle forze dell’ordine. Gli uomini dell’Arma fermavano l’uomo prima che entrasse nel locale e nel momento in cui decidevano di approfondire il controllo per la ricerca di stupefacenti, questi li strattonava violentemente dandosi alla fuga lungo la strada provinciale. Inseguito sia dai militari dell’Arma dei Carabinieri che dalla Guardia di Finanza, immediatamente intervenuta a supporto dei colleghi dell’Arma, il fuggitivo cercava di disfarsi di alcune dosi di cocaina lanciandole nella vegetazione e, una volta avvertito il pericolo di essere stato quasi raggiunto, si gettava disperatamente nella macchia. Recuperate nel frattempo sulla strada quattro dosi di cocaina, Carabinieri e Finanza battevano la zona nel tentativo di rintracciare il fuggitivo e solo dopo quasi un’oretta riuscivano a vederlo nella macchia, riverso a terra in un punto difficile da raggiungere se non adeguatamente equipaggiati. Per questo motivo venivano fatti intervenire sul posto i Vigili del Fuoco di Portoferraio che, con l’utilizzo di tecniche SAF (speleo-alpino-fluviali), avvalendosi anche dell’ausilio della barella Toboga e di tavola spinale, immobilizzavano e riportavano l’uomo in superficie per essere poi trasportato in Ospedale a bordo di un’autoambulanza. Risultato essere sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, l’uomo è stato dimesso dall’Ospedale avendo riportato solo qualche contusione, ma i Carabinieri del Nucleo Operativo, sempre coadiuvati dai colleghi della Guardia di Finanza, lo hanno poi arrestato per il reato di resistenza al Pubblico Ufficiale e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, reati per i quali l’uomo dovrà ora rispondere alla magistratura livornese. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I cittadini presenti nella zona sono subito intervenuti per paura che l'incendio di estendesse. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri forestali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Cronaca