QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°20° 
Domani 19°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità lunedì 13 luglio 2015 ore 13:13

Sulla sanità il Pd elbano si divide

Pino Coluccia, capogruppo PD Rio Elba, a sorpresa sostiene la posizione di Portoferraio contro il Documento Elba. Il segretario Federico Zini ribatte



RIO ELBA — Un nuovo scenario si apre sulla questione sanità all'Elba mischiando le carte di una vicenda nella quale l'unità raggiunta con il Documento Elba appare ormai un lontano ricordo, al punto da dubitare che effettiva unità ci sia mai stata.

Il dietrofront di Portoferraio, con la lettera firmata dal sindaco Mario Ferrari e dal consigliere delegato Luciano Rossi, ha dato la stura a una spaccatura anche all'interno del Pd elbano in un gioco delle coppie che ormai è complicato da seguire.

E' stato il capogruppo del PD di Rio Elba, Pino Coluccia a schierarsi a sorpresa con Mario Ferrari, la cui posizione era stata ampiamente criticata proprio dai compagni di partito portoferraiesi di Coluccia.

"Il PD elbano nella recente campagna elettorale Regionale - scrive Coluccia - proprio allo scopo di migliorare la qualità e l'efficacia delle politiche regionali sul territorio elbano, ha fatto due proposte: un Accordo di programma tra Comuni elbani e Regione Toscana, su tutte le problematiche, e che il territorio elbano si esprimesse unitariamente assumendosi la responsabilità di scelte e soluzioni condivise e di riforma, necessarie se non si vuol restare nell'inconcludenza parolaia e propagandistica".

Coluccia infatti parla di dare vita " ad una vera Unione dei Comuni, che consentirebbe, non solo di superare l'attuale frammentazione ma di coordinare e gestire al meglio le risorse comunali. Queste proposte sono state condivise e sostenute dallo stesso neoconfermato Presidente Enrico Rossi e dal nostro candidato eletto Gianni Anselmi. É su queste proposte che val la pena continuare ad insistere ed aprire un tavolo comune con la Regione". 

Prendendo le parti del governatore Rossi, Coluccia continua: "La Regione Toscana, sempre dimostratasi disponibile a trattare sta portando avanti un progetto di riforme, dalla Sanità.. L'Elba, per salvaguardare la propria economia ed il benessere sociale, deve stare dentro queste riforme.

Un esempio é la Sanità dove ancora si continua ad agitare impropriamente la bandiera dell'insularità e della autonomia e separatezza da qualsiasi progetto riorganizzativo che consenta di assicurare un ospedale di base adeguato alla nostra specificità, ma integrato all'insieme della struttura toscana continentale, senza la quale non si potrà realisticamente approdare a niente di valido per l'Elba". 

"Mi sembra che la nuova posizione - affonda il capogruppo riese - certamente diversa dal documento unitario dei Sindaci che riproponeva ancora una soluzione al di fuori del contesto sanitario continentale, espressa dal Sindaco Ferrari e dal consigliere Rossi, pur riconfermando la richiesta di una struttura di base per l'Elba, sia una presa d'atto realistica di questa situazione di stallo alla quale la vicenda dell'Ospedale di Portoferraio é giunta e della necessità che si sblocchi. 

La risposta degli altri Sindaci é stata di netta chiusura ed ancora di rifiuto al confronto, trincerandosi dietro il no a qualsiasi integrazione organizzativa territoriale degli ospedali, sotto la nuova ASL, la sola che puó garantire disponibilità e qualità di presenze professionali h24 del personale medico adeguato".

Una presa di posizione che ha costretto Federico Zini, segretario del Pd elbano, a dover precisare che quella di Coluccia non è la linea del partito su questo tema: "Il Pd Elbano intende ribadire la posizione assunta sul tema della sanità, sia nel corso della campagna elettorale per le elezioni regionali che ha visto largamente riconfermato il Governatore Rossi, che successivamente alla decisione del Sindaco Ferrari di smentire un accordo unitario sulle proposte per la sanità elbana. 

Il Pd Elbano ha sostenuto l’importanza della posizione unitaria dei Sindaci elbani, che ha prodotto una proposta di organizzazione del sistema sanitario insulare possibile e assolutamente non isolazionista o “fuori dal contesto sanitario continentale”, come dichiara il Consigliere Coluccia, ma una proposta che, all’interno del sistema sanitario, tutela le necessità ed i bisogni della popolazione che vive, lavora e visita l’Elba. 

Viceversa la posizione assunta dal Sindaco Ferrari e dal suo Consigliere delegato alla Sanità Luciano Rossi, ha come unico risultato politico, l’indebolimento della forza politico-contrattuale dell’Elba sul tema importantissimo della sanità e la volontà politica di agire contro l’Amministrazione regionale di centro sinistra appena eletta.

Come abbiamo poi avuto modo di sottolineare, il documento del Ferrari-Rossi contiene dichiarazioni sostanzialmente simili o addirittura uguali a quelle espresse nel documento firmato congiuntamente: la loro presa di distanze dal documento unitario significa quindi, solo seguire una politica miope di rivalsa e di parte, a tutto danno degli elbani e dei loro interessi su una materia seria e delicata come quella sanitaria".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità