Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un branco di 30 lupi entra in teatro, corre tra gli spettatori e assale gli attori: ma sono animali addestrati

Attualità martedì 20 gennaio 2015 ore 17:32

"Sentenza estranea a logica imprenditoriale"

Laura Miele, presidente Asamar, esprime la preoccupazione degli agenti marittimi per la l'incertezza derivante dalla sentenza Toremar



PORTOFERRAIO — "In merito alla vicenda Toremar, Asamar esprime grande preoccupazione per le conseguenze operative che potrebbero derivare dalla sentenza del Consiglio di Stato. La Regione Toscana, per prima in Italia, aveva iniziato un processo di privatizzazione nel 2010, predisponendo un bando di gara pubblico ed assegnando poi al Gruppo Moby il contratto di servizio.

Detta sentenza del Consiglio di Stato, emanata dopo oltre tre anni dall'aggiudicazione, e quindi con una tempistica incompatibile con la logica imprenditoriale, potrebbe provocare conseguenze molto gravi nell’ambito dei servizi verso l’utenza, creando incertezze sulla garanzia della continuità territoriale, sino ad oggi sempre assicurata.

L'attuale situazione è infatti frutto di anni di serio e impegnativo lavoro i cui esiti positivi si colgono in un dinamico assetto organizzativo ed in importantissimi investimenti effettuati per rilanciare la flotta.

Evidenziamo anche che sono state mantenute invariate, sia durante sia dopo la fase della privatizzazione, le articolazioni territoriali presenti in tutta la Toscana, nonché i modelli organizzativi idonei a garantire la gestione in loco delle fasi della bigliettazione e di esercizio della rappresentanza armatoriale e raccomandazione marittima.

Inoltre non dobbiamo dimenticare che l'Autorità Portuale di Piombino e dell’Elba, dopo l'aggiudicazione del contratto di servizio a Moby ed il pronunciamento del garante dell'antitrust, emanò un regolamento che garantì l'entrata di altre compagnie di navigazione sulla tratta Piombino-Elba, assicurando così pluralità dei servizi e maggior lavoro per altri armatori, personale marittimo e strutture agenziali.

Ribaltare questa situazione potrebbe significare mettere nuovamente tutto in discussione, rischiando di creare serie problematiche sulla qualità e l’offerta dei servizi, nonché sulla tutela occupazionale dei lavoratori di tutte le aziende coinvolte, delle strutture agenziali e del personale marittimo rispetto ad una situazione ormai avviata e consolidata con risultati molto efficienti.

Asamar auspica quindi una rapida soluzione delle problematiche che potrebbero derivare dalla sentenza del Consiglio di Stato e, attendendo il pronunciamento della Regione, si augura che non si veda vanificato l'impegno profuso nel corso di tutti questi anni da parte di un importante Gruppo Armatoriale che ha sempre rispettato e valorizzato ogni professionalità, incluso il ruolo e l’attività degli Agenti Marittimi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un grupoo di amici ha creato un comitato per organizzare una giornata di sport e beneficenza in ricordo del giovane scomparso prematuramente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport