Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:46 METEO:PORTOFERRAIO25°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social

Politica sabato 07 ottobre 2023 ore 07:34

Preoccupazione per il bilancio di Rio

Veduta di Rio Marina

La esprime il gruppo di minoranza consiliare "Cambiamo!", commentando l'ultima manovra di assestamento di bilancio approvata dalla sola maggioranza



RIO — All’ultimo Consiglio comunale è stata approvata con i soli voti della maggioranza, la manovra di assestamento del bilancio 2023. 

Il gruppo di minoranza "Cambiamo!" spiega in una nota di aver "criticato la gestione complessiva, evidenziando che a fronte di una spesa corrente che viaggia a 9,5 milioni di euro, non ci sono entrate correnti sufficienti a reggere tale peso (8,7 mln). Per la qual cosa, si assiste, per pareggiare il bilancio a poste eventuali e ipotetiche, come la vendita delle ville Pescetti e Palombo per 417,0, i gioielli di famiglia del paese, ricorrendo anche a 725,0 di utilizzo di avanzo di amministrazione del 2022 (quando in via di approvazione del preventivo, se ne prevedeva di utilizzare 125,0)". 

"Si è quindi dovuto incrementare il fondo vincolato di 490,0, tenuto conto che con una precedente variazione a settembre, si erano accertate minori entrate generali per 277,0. - prosegue la minoranza riese - Sono poi spariti 143,0 per la sistemazione della fontana di piazza del Popolo e altri 179,0 per la sistemazione del muraglione di accesso, entrambi a Rio nell’Elba. In più, si è pensato in via cautelativa di aumentare il fondo di riserva di cassa di altri 177,0, portandolo a più di 3,6 milioni. Evidente segno quest’ultimo, che non si è proprio sicuri di avere una liquidità di cassa sufficiente per fare fronte alle spese necessarie ed improcrastinabili". 

"Abbiamo sottolineato questa situazione perché la maggioranza non può fare finta di niente e continuare sulla propria strada come se nulla fosse: i paesi sono in uno stato di manutenzione penoso, e si va aventi a lustrini e cotillons come se nulla fosse. - aggiunge la minoranza - Occorre una gestione oculata della spesa pubblica, mirata ad interventi utili davvero (illuminazione, marciapiedi, sfalci erba, depuratore al Cavo, etc), e che non gravi sulla spesa corrente: come graveranno irresponsabilmente i 268 mila euro fissi all’anno che dovremo dare alla società di pubblica illuminazione per venti anni, senza poter usufruire dei miglioramenti economici dovuti ai presumibili risparmi energetici che seguiranno a seguito del progredire della tecnologia". 

"E’ l’ora che i cittadini si pongano domande, perché questi temi che come minoranza trattiamo, li riguarderanno molto da vicino: soprattutto quando termineranno completamente i proventi della fusione. Allora, resteranno solo macerie, e saremo senza soldi da spendere. Sapremo chi ringraziare", conclude la minoranza riese.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In una nota congiunta fra Comune di Portoferraio e Parco Arcipelago Toscano si fa il punto sulla destinazione dell'immobile storico
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità