Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO14°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Politica mercoledì 17 marzo 2021 ore 09:25

Zini fa il punto sull'attuazione del programma

Angelo Zini, sindaco di Portoferraio

Il sindaco di Portoferraio ha evidenziato come l'anno trascorso sia stato contrassegnato dalla pandemia e dalla gestione dell'emergenza



PORTOFERRAIO — Nel Consiglio comunale svoltosi ieri il sindaco di Portoferraio Angelo Zini ha illustrato la relazione di verifica dell'attuazione delle linee programmatiche della sua amministrazione. Zini, insediatosi in tarda primavera del 2019, ha spiegato che il primo anno del suo mandato amministrativo è coinciso con l'inizio della pandemia dovuta al Covid-19, sottolineando che l'amministrazione comunale si è trovata a gestire una emergenza straordinaria e impensabile che per un anno ha bloccato l'azione amministrativa su altri fronti.

"All’approvazione del bilancio 2020 - ha spiegato Zini -lanciammo l’idea di mettere a disposizione un milione di euro per controbattere gli effetti sociali ed economici della pandemia. Possiamo dire ora di aver onorato quell’impegno. Siamo molto vicini a quella somma se consideriamo tutte le risorse impegnate su tanti fronti: i buoni alimentari, i contributi fitti, i contributi per rette scolastiche e per asilo nido, i campi solari, le sostituzioni e le agevolazioni Tari per famiglie ed imprese, i contributi alle associazioni sportive e del sociale, le esenzioni Tosap".

Da qui però la necessità di lavorare per rimettere in piedi la macchina amministrativa con il personale mancante, esigenza dichiarata da Zini fin dal suo insediamento.

"Intanto una macchina amministrativa ridotta all’osso - ha spiegato Zini - che andava e deve continuare ad essere rafforzata nei numeri, nelle competenze, nella formazione, nelle legittime aspettative dei lavoratori. Ci sono stati due piani del fabbisogno da noi approvati; il terzo, quello più corposo, lo approveremo con il prossimo bilancio. Fino ad ora si è proceduto all’assunzione a tempo indeterminato del nuovo comandante della Polizia municipale (non c’era), del nuovo Dirigente a contratto dell’area Tecnica, di n. 2 operatori di vigilanza a tempo indeterminato, n.3 operatori di vigilanza stagionali, n. 1 funzionario categoria C amministrativo. E’ in corso un bando di mobilità per n. 2 funzionari categoria D. Con il nuovo fabbisogno individueremo certamente un nuovo Dirigente a tempo indeterminato per l’area amministrativa, altri 4 funzionari di categoria D tecnici e amministrativi e altri 2 operatori di vigilanza a tempo indeterminato oltre agli stagionali. Inoltre stiamo, con grande fatica di ricostruzione, arrivando a chiudere gli obbiettivi economici di performance di tutti i dipendenti a partire dall’anno 2017, cioè precedentemente la nostra entrata in carica. Il rafforzamento della macchina amministrativa è la condizione essenziale per costruire le risposte ai cittadini e c’è ancora tantissimo lavoro da fare. Infine stiamo in queste ore in procinto di individuare il nuovo Segretario Generale, dopo la cessazione di attività per pensionamento del Dott. Mancusi il 31 Dicembre 2020".

Il sindaco ha inoltre spiegato che il Comune di Portoferraio è tornato ad avere un ruolo importante sulle grandi questioni comprensoriali tanto che la presidenza della conferenza dei sindaci elbani sulla sanità è tornata al Comune di Portoferraio e anche la presidenza zonale sull'educazione e istruzione, evidenziando i progetti portati avanti dalla presidente Chiara Marotti in collaborazione con gli altri Comuni, le scuole ed altri enti formativi.

Zini ha inoltre rivendicato il fatto che il Comune di Portoferraio abbia esercitato un ruolo più attivo e propositivo all'interno della Gestione associata per il turismo e per l'istituzione dell'Otd.

"Un altro pezzo di lavoro fatto fin qui ha riguardato le società partecipate. - ha spiegato Zini - Finalmente si è conclusa l’annosa, complessa, difficile e assurda vicenda del rapporto di conflitto e di cause legali tra Comune e Cosimo de’ Medici srl. Noi l’abbiamo chiusa. Il Consiglio Comunale del 30 Dicembre scorso ha approvato, con i soli voti della maggioranza, la copertura della perdita e la ricostituzione del capitale sociale della partecipata e ad inizio gennaio sono stati versati i denari. Inoltre si è approvato anche il nuovo Statuto per rendere effettivo l’ in house della società e la sua definitiva iscrizione all’ANAC. Ora la Cosimo de’ Medici srl può davvero diventare la strumento strategico che abbiamo sempre voluto per affidarle servizi essenziali e di qualità per la città: la Darsena Medicea, la gestione dei siti museali e culturali, la manutenzione del verde cittadino e del pronto intervento, la gestione degli impianti sportivi che non saranno affidati direttamente alle società sportive, la gestione dell’accoglienza turistica e, in prospettiva, la mobilità e i parcheggi. Gli uffici stanno lavorando alla predisposizione degli atti e dei provvedimenti per procedere agli affidamenti".

Inoltre Zini ha parlato di vari accordi convenzioni e protocolli d'intesa con vari enti, fra i quali quello con il Parco per la realizzazione di un Museo del mare dedicato ai cetacei nell'immobile delle Galeazze.

Il sindaco ha inoltre illustrato i lavori di manutenzione effettuati su alcune scuole e in alcune vie del territorio comunale.

"Particolare attenzione è stata posta sui temi ambientali e di salvaguardia territoriale. - ha aggiunto Zini - Vogliamo ricordare l’importante intervento per circa 1 milione di euro, finanziato in larga parte dalla Regione, che a breve potrà essere messo a gara per combattere il processo di erosione costiero da Magazzini fino a San Giovanni, il cosiddetto progetto “costa bassa”. Si sta procedendo ad un intervento tampone per la spiaggia della Biodola al fine di garantire la stagione prossima ma sarà necessario un progetto molto più impegnativo sia dal punto di vista tecnico che economico. E’ poi nostra intenzione completare il processo di interventi di contrasto all’erosione completando il percorso costiero con un altro progetto da presentare al finanziamento regionale per la “costa alta” delle spiagge bianche. Ci piace inoltre sottolineare l’avvio dei lavori di interramento dell’elettrodotto da parte di Terna spa. E’ un grande risultato dopo la battaglia contro i tralicci di dieci anni fa". 

Il sindaco di Portoferraio ha inoltre evidenziato che "Questo Comune da anni non progetta né direttamente né affidandosi a terzi. Progettare nel senso necessario per partecipare ai finanziamenti, ai bandi, per fare le gare. Per far questo non bastano le schede. E non si può sostenere di aver lasciato in eredità una progettualità pronta se questa è fatta solo di una semplice scheda riepilogativa di un intervento. Una nostra priorità, anche nella destinazione delle risorse del prossimo bilancio, saranno gli incarichi professionali per fare i progetti".

Per quanto riguarda l'urbanistica e l'edilizia "Con l’inizio della nostra Amministrazione, pur privi di un Dirigente dell’area tecnica, abbiamo fatto quanto necessario per far sopravvivere alla salvaguardia quegli interventi che la legge permetteva. - ha spiegato Zini - Nel frattempo abbiamo dato il via al nuovo percorso di pianificazione. La fase preliminare prevede l’Avvio del Procedimento per la formazione degli strumenti urbanistici. L’incarico è in corso. Sta per essere licenziato il documento che sostanzierà il provvedimento di avvio del procedimento. Contiamo di portarlo all’attenzione, alla discussione e all’approvazione del Consiglio Comunale entro il prossimo mese di aprile. Dopo questo passaggio avremo la formalizzazione degli incarichi per la realizzazione dei piani: il Piano Strutturale e il Piano Operativo. Contestualmente verrà dato incarico anche per il Piano del Verde". 

Per quanto riguarda le pari opportunità ed il contrasto alla violenza sulle donne il sindaco ha sottolineato la creazione del Gruppo Rosa all’interno del Consiglio Comunale ( incontri di confronto e realizzazione di percorsi/campagne con ASL, Forze dell’ordine ed Associazioni per la gestione del Codice Rosa), gli Incontri con la responsabile del Centro Antiviolenza Territoriale; il confronto con Assessori Territoriali alle pari opportunità con collaborazioni ed incontri in streaming di formazione, informazione e sensibilizzazione per la cittadinanza in collaborazione con il Soroptimist e l'avvio alla costruzione di una convenzione tra comuni, ASL ed associazioni per la realizzazione di una Casa Rifugio.

Infine il sindaco ha fatto il punto sulle attività sviluppate in campo culturale sottolineando in particolare la nascita del Sistema museale dell'Arcipelago toscano che mette in rete i musei delle 7 isole dell'Arcipelago, e di cui Portoferraio è il Comune capofila, e per il quale a breve sarà attivata una procedura per affidarne la direzione scientifica. Inoltre l'amministrazione è al lavoro per creare un circuito culturale della città di Portoferraio. Infine il riferimento alla visita del direttore degli Uffizi Eike Schmidt insieme al presidente Giani a Portoferraio per inserire l'Elba e la città nel progetto Uffizi Diffusi (vedi articolo correlato sotto).

La relazione completa di verifica delle linee di mandato è visibile in fondo all'articolo come allegato in pdf.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità