Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Laura Pausini si commuove dopo la vittoria del Golden Globe: «Sono molto emozionata»

Attualità martedì 15 gennaio 2019 ore 11:05

Sanità all'Elba e a Piombino, "Organico carente"

Foto di repertorio

Secondo la Federazione livornese del sindacato tra l'Elba e Piombino mancano all'appello 15 infermieri ed operatori socio-sanitari e 12 medici



PORTOFERRAIO — Organici ridotti e fuga dei pazienti dai due ospedali di Portoferraio e Piombino per accedere ai servizi che dovrebbero essere garantiti nei due territori, queste alcune delle criticità segnalate dall'intervento di Paolo Camelli, delegato comparto e medici della federazione di Livorno del sindacato Uil-Fpl.

"La Usl Nord Ovest non mantiene gli impegni del Piano assunzioni 2018 'uno esce uno entra'. Cosi si era impegnata la direzione Usl riguardo al Piano assunzioni 2018. Invece a consuntivo non è stato così tra Piombino e l'Elba - dichiara Paolo Camelli, delegato per il comparto medici di Uil-Fpl - mancano all'appello circa 15 operatori tra infermieri ed operatori socio-sanitari per non parlare dei medici anch'essi sotto organico nell'area materno infantile, in Ortopedia, Chirurgia, in Medicina, al Coord, in Oculistica, in Urologia, Radiologia, al Pronto Soccorso".

"All'Elba - dichiara il delegato Uil-Fpl - la Chirurgia non riesce a coprire i turni e blocca le ferie al personale. La Medicina lavora sotto organico con 1 operatore socio-assistenziale con 18 cittadini a letto e con continui appoggi ad altri reparti".

"A Piombino - prosegue Camelli - sul territorio sono scomparsi 7 posti di lavoro di infermieri domiciliari ed in tutti i reparti una semplice assenza si copre con straordinari e rientri forzati. Questo per citare solo i casi più critici". 

"Ma l'Azienda - afferma Camelli -  ci dice che ha coperto, con nuovi ingressi, tutte le uscite: e allora? Vuoi vedere che alla fine dei giochi il personale che spettava all'Elba ed a Piombino è stato utilizzato in altre zone della Usl?"

"La Uilfpl - dichiara Camelli- ha chiesto un incontro urgente con la direzione proprio per verificare quanto in realtà è accaduto e sta ancora accadendo. La Direzione sappia che la Uilfpl non ha mai accettato, e non lo farà adesso, un comportamento penalizzante per le zone più periferiche e disagiate dell'Azienda". 

"I cittadini dell'Elba e di Piombino - aggiunge Camelli - hanno diritto ai loro servizi al pari di tutte le altre zone; e proprio in quanto lontane e disagiate richiedono una maggiore attenzione. Se ai Sindaci della zona Sud gli va bene così sappiano che sono lontani anni luce dal pensiero di operatori e cittadini che ogni giorno devono fare miracoli per garantire i servizi minimi o per accedere agli stessi e sappiano anche che nel 2018 è cresciuta la mobilità passiva (fughe) per la cura di patologie a bassa complessità che dovrebbero normalmente essere erogate dagli ospedali di Villamarina e Portoferraio. Segno evidente dell'impoverimento di personale e servizi". 

"L'Azienda sappia - conclude Camilli - che se non ci saranno risposte convincenti la Uilfpl assumerà tutte le iniziative necessarie,compreso lo sciopero, per tutelare i diritti di operatori e cittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Politica