Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:32 METEO:PORTOFERRAIO11°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 15 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Politica mercoledì 01 febbraio 2017 ore 16:26

Tozzi - Sammuri, dibattito tv sulla Legge Parchi

Mario Tozzi, ex presidente del Pnat e il presidente Sammuri si confronteranno pubblicamente sulla proposta di modifica alla Legge Parchi



PORTOFERRAIO — Nell’ambito del dibattito sulla riforma della legge sui Parchi, Mario Tozzi prende posizione su La Stampa di oggi. Il presidente Sammuri e l’ex presidente del Parco Mario Tozzi si confronteranno pubblicamente su questo tema venerdì prossimo su RAI tre alle 13,30.

Tozzi, in un'intervista concessa oggi a La Stampa ha infatti dichiarato: "In un Paese in cui non scarseggiano le buone leggi forse non era il caso di toccarne una ancora all’avanguardia in Europa, nonostante sia passato più di un quarto di secolo dalla sua originaria approvazione".

"Altra cosa è verificare se la 394/91 (legge-quadro per le aree protette) - continua Tozzi sul quotidiano torinese - sia stata completamente applicata, ma, visto il tipo di problemi riscontrati, sarebbe forse il caso di rilanciarla, dotandola di quelle risorse e di quegli strumenti che sono finora scarseggiati, non depotenziarla e renderla succube, di fatto, della politica locale che non brilla certo per la conservazione e la tutela della natura.

Per prima cosa un’eventuale revisione della legge 394 (attualmente approvata dal Senato) andrebbe condivisa non solo con i portatori di interesse economico, ma prima di tutto con le associazioni ambientaliste che sono tutte (ma proprio tutte) contrarie a questa revisione. Poi dovrebbe avere come base un rilancio della conservazione della natura come valore etico fondante della nazione, partendo dall’articolo 9 della Costituzione. 

Nella revisione passata, in Senato, presidente e direttore dei parchi diventano cariche politiche senza alcun riferimento alla preparazione naturalistica (che non viene neppure valutata). Gli agricoltori (e chissà perché solo loro) entrano nei consigli direttivi: di questo passo per istituire un’area marina protetta si dovrà chiedere il permesso ai pescatori subacquei. E ci sono meno scienziati, meno ecologisti e più rappresentanti locali".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La salma trovata lo scorso 11 Maggio sulla spiaggia di Lacona si trova presso il Centro di Medicina legale di Pisa per tutti gli accertamenti
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità