QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°21° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 13 ottobre 2019

Attualità giovedì 19 settembre 2019 ore 19:40

Sulla Vespucci a scuola di mare, ambiente e vita

I "delfini" del mare a bordo della nave scuola "Amerigo Vespucci"

La prima tappa della Vespucci, di ritorno da un campo formativo, è stata l'Elba. L'equipaggio ha accolto gli studenti "delfini del mare"



PORTOFERRAIO — La nave scuola della Marina militare italiana Amerigo Vespucci è appena tornata da un lungo campo formativo con i suoi allievi, che si è svolto tra il Mar Baltico, l'Oceano e i fiordi danesi, e la sua prima tappa in acque italiane è stato proprio all'isola d'Elba

La Vespucci infatti si trova nella rada di Portoferraio - circondata da altre navi scuola della Marina, fra cui la Palinuro e l'Etna - dove questa mattina ha accolto a bordo due classi quinte della Scuola primaria di Casa del Duca di Portoferraio

Gli alunni hanno partecipato ad alcune attività a sulla nave (si veda il video in fondo all'articolo) ed hanno potuto vedere da vicino come funziona la vita di mare, accompagnati da docenti e guide del Parco nazionale arcipelago toscano, dal colonnello Marco Pezzotta, comandante del Reparto forestale dei carabinieri dell'Elba, dal vicesindaco di Portoferraio, Luca Baldi e dagli assessori Nadia Mazzei (cultura), Idilio Pisani (ambiente) e alla presidente del Consiglio comunale Delia Scotto.

La visita a bordo degli alunni è stata possibile grazie a “Delfini Guardiani delle isole minori”, progetto di educazione ambientale che l'associazione Marevivo onlus porta avanti dal 2009 con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Federparchi, dei Carabinieri Forestali, e con la collaborazione della Marina Militare e del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera. 

Carmen Di Penta, direttrice generale di Marevivo ha sottolineato come il progetto di educazione ambientale dell'associazione vada avanti da oltre 30 anni e come l'Elba si presti in modo eccellente ad attività di educazione ambientale che riguardano vari aspetti del mare e della natura, attraverso la collaborazione con la scuola e con il Parco nazionale Arcipelago toscano. Un progetto che quest'anno ha riguardato gli alunni delle Scuole di Portoferraio ma che il prossimo anno, come annunciato da Di Penta, potrebbe coinvolgere anche un altro Comune elbano (si veda l'intervista in fondo all'articolo).

Il comandante della Vespucci, capitano di vascello, Stefano Costantino, ha spiegato che la collaborazione fra Marevivo e la nave scuola Vespucci è nata da un'interesse comune, il mare, la necessità di salvaguardarlo e farlo conoscere non solo agli allievi della nave ma anche ad allievi più piccoli attraverso un giorno a bordo della nave (si veda l'intervista in fondo all'articolo). Il progetto si rivolge infatti agli alunni delle scuole primarie delle isole minori d'Italia.

A proposito di tutela dell'ambiente, il comandante Costantino ha inoltre aggiunto che la nave Vespucci naviga principalmente a vela e nel caso in cui utilizza i motori lo fa rifornendosi di biocarburante, proprio per evitare al massimo di provocare un impatto ambientale. Inoltre a bordo della nave vengono utilizzate bottiglie d'acqua prodotte con materiale biodegradabile, anche questo un contributo importante per rispettare l'ambiente e per trasmetterlo come valore ai propri allievi.

Il tenente di vascello Gianluca Guarnieri, nell'illustrare le parti principali della nave, ha inoltre sottolineato come molte siano le storie legate alla vita della nave che ha ben 80 anni e le cui tappe principali sono illustrate in alcune foto esposte nella sala del Consiglio, luogo in cui avvengono gli incontri ufficiali e le attività di rappresentanza. Guarnieri ha inoltre spiegato che circa 90 allievi nocchieri si occupano quotidianamente della manutenzione della nave, che da questo punt di vista è autosufficiente.

C'è stato inoltre il saluto ufficiale portato da parte dell'amministrazione comunale di Portoferraio, attraverso la consegna di una targa ricordo al comandante della Vespucci, il quale a sua volta ha ricambiato donando al Comune il crest della nave, illustrandone il significato. Il comandante si è poi soffermato sulla spiegazione del motto della nave Vespucci "Non chi comincia ma quel che persevera", frase attribuita a Leonardo da Vinci che rappresenta la fatica e la costanza nel perseguire gli obiettivi (si veda il video in fondo all'articolo).

E' stata una giornata sicuramente indimenticabile per i bambini che hanno potuto visitare la nave e scoprirne alcune particolarità ma anche vedere tanti giovani a bordo che hanno scelto di formarsi attraverso la vita di mare.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata

Progetto "Delfini guardiani delle isole" a Portoferraio sulla Vespucci
A bordo della nave scuola Amerigo Vespucci


Tag

Italia 5 stelle: parapiglia tra attivisti e giornalisti all'arrivo di Raggi, nel mirino le Iene

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Sport

Attualità