comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:16 METEO:PORTOFERRAIO15°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 27 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Attualità mercoledì 09 settembre 2020 ore 06:00

Scuole, "massimo impegno per riapertura"

Nadia Mazzei, Chiara Marotti, Angelo Zini, Leo Lupi

Il sindaco Zini e l'assessora Marotti hanno fatto il punto sulla riapertura delle scuole. In un anno sono stati investiti 430mila euro sulle scuole



PORTOFERRAIO — Ammonta a 430mila euro la cifra investita in un anno per i lavori di manutenzione e per l'acquisto di arredi delle scuole comunali di Portoferraio. A fare il resoconto su quanto realizzato e su quanto ancora è necessario intervenire, in vista della riapertura delle scuole, prevista lunedì 14 settembre, sono stati il sindaco del Comune di Portoferraio Angelo Zini e l'assessora a Istruzione, Scuola e Politiche dell'inclusione Chiara Marotti in una conferenza stampa.

Il sindaco Zini, sottolineando che è necessario fare il massimo possibile per garantire la sicurezza nelle scuole e che le scuole rappresentano una priorità per l'amministrazione comunale, ha spiegato "che tutti i plessi scolastici di competenza del Comune sono stati adeguati alle normative anti-Covid", grazie ad un importante e complesso lavoro. Un lavoro che è iniziato già a partire dal mese di giugno. Ma anche per le scuole superiori il Comune ha collaborato con la Provincia di Livorno per mettere a disposizione, in caso di bisogno per le classi più numerose, sale e locali comunali come la sala del cinema Nello Santi o quella della Provincia.

Zini ha chiarito che la richiesta inviata al presidente della Regione Toscana di rinviare la riapertura al 24 settembre è stata motivata dal fatto che il personale Ata non è ancora al completo e quindi diventa più complicato riaprire il 14 e poi richiudere per le elezioni del 20-21 settembre e contestualmente dover sanificare le scuole una seconda volta per la riapertura il 24.

Il sindaco ha inoltre spiegato che a breve partirà anche "una verifica sulla staticità di tutti gli edifici scolastici comunali per avere garanzia sulla sicurezza delle scuole". Prevista la riqualificazione della Scuola media Pascoli mentre per le Scuole Battisti sono quasi completati gli interventi ai solai e alla cisterna del gasolio. Il sindaco ha inoltre anticipato che a breve in collaborazione con la Provincia sarà reso noto il progetto preliminare per le nuove scuole superiori che verranno realizzate nell'area degli ex macelli.

L'assessora Chiara Marotti ha spiegato il lavoro senza sosta da giugno ad oggi del Comune e dell'ufficio tecnico in collaborazione con la dirigente scolastica e con le responsabili dei plessi. Marotti ha quindi detto che nelle scuole di competenza comunale sono stati riorganizzati sia i percorsi di entrata e uscita dei ragazzi, sia gli spazi interni per l'adeguamento alle regole anti-Covid. Mentre per le scuole superiori gli ingressi sono stati diversificati. Inoltre, ha aggiunto Marotti, "anche gli spazi esterni verdi sono in via di sistemazione e grazie alla Cosimo de' Medici saranno pronti per il giorno della riapertura delle scuole".

Marotti ha inoltre sottolineato il lavoro di squadra in accordo con tutti i soggetti fatto per garantire con alcune modifiche sia il servizio mensa che il servizio di trasporto scolastico. Riguardo invece alle scuole superiori l'assessora alla Scuola ha spiegato il lavoro fatto in sinergia con gli altri sindaci, la Provincia e la Ctt nord. A questo proposito i bus che collegano Portoferraio con le altre zone dell'Elba saranno aumentati di 6 unità proprio per garantire le regole anti-Covid.

La criticità che ha segnalato l'assessora riguarda in fatto che ci sono stati ritardi per la nomina dei docenti non di ruolo, del personale Ata e dei docenti di sostegno. Per questi ultimi infatti ad oggi ce ne sono soltanto 6 mentre la richiesta totale è di 40. La nomina del personale Ata invece ci sarà venerdì 11 settembre.

Per quanto riguarda poi i ragazzi che hanno bisogno del sostegno, ha aggiunto Marotti, "solo nell'Istituto comprensivo di Portoferraio sono 38", quindi è stato chiesto l'avvio delle lezioni ad orario ridotto per tutti fino a quando l'organico non sarà al completo.

Per quanto riguarda invece le norme anti-Covid ogni plesso scolastico ha individuato un locale che dovrà servire, in caso in cui uno studente dovesse presentare dei sintomi in attesa che la famiglia vada a prenderlo a scuola.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità