Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PORTOFERRAIO22°25°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Onorificenza a Liliana Segre, Casellati si commuove: «Lei ha trasformato l'orrore in memoria»

Cronaca martedì 07 novembre 2017 ore 19:25

Rimossa rete da pesca a San Giovanni

Intervento della Capitaneria con l'ausilio di pescatori privati a seguito di una segnalazione di alcuni cittadini, la rete era in una zona pericolosa



PORTOFERRAIO — Nella giornata di martedì 7 novembre, su preziosa segnalazione di privati cittadini e con l’aiuto di alcuni pescatori professionisti, che di loro iniziativa si sono prestati a collaborare, gli uomini della Guardia Costiera di Portoferraio hanno effettuato un’attività di polizia marittima in località San Giovanni a seguito della quale è stata individuata nella omonima laguna – tratto di mare ben conosciuto per i fanghi termali e per il delicato interscambio tra acque marine e lacuali - una lunga rete da pesca del tipo tramaglio, posizionata lungo la scogliera e non conforme alla normativa vigente.

I militari della Capitaneria di porto, ritenendo oltremodo dannoso per l’ambiente marino e pericoloso per la sicurezza della navigazione il posizionamento di tali reti, hanno proceduto al recupero ed al successivo sequestro delle irregolari attrezzature da pesca, bonificando l’area interessata.

Nello specifico, la rete recuperata, per una lunghezza complessiva di circa 1000 metri ed un valore stimato che si aggira sui 3000 €, è stata posta sotto sequestro. All’interno dell’attrezzo sono stati rinvenuti, oltre a vari tipi di piccoli pesci intrappolati tra le maglie, anche alcuni esemplari di uccelli tipici della fauna locale tutti, ove possibile, prontamente restituiti al mare nelle stesse zone del rinvenimento.

Sono in corso ulteriori accertamenti nei porti ed approdi elbani al fine di poter individuare e sanzionare i responsabili di tali violazioni.

Le attività di controllo da parte della Guardia Costiera continueranno, soprattutto in previsione del periodo natalizio, prestando particolare attenzione alle zone di mare dove il fenomeno della pesca illegale è più diffuso e in generale nelle aree sottoposte a tutela; ciò al fine di garantire la protezione dell’ambiente marino, il rispetto delle norme vigenti in materia di pesca e soprattutto la tutela del consumatore

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al via l'apertura del Rallye Elba storico con l'edizione 2021 dedicata ad Elio Niccolai e Capoliveri omaggia organizzatori ed evento internazionale
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Politica