comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PORTOFERRAIO11°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 18 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte alla Camera: «Sono qui a spiegare una crisi di cui non vedo il fondamento». Lungo applauso in Aula

Attualità mercoledì 25 novembre 2020 ore 12:00

Le spugne dell’Elba alla Notte dei ricercatori

spugna petrosia
Spugna petrosia

Una ricerca dell'Unipi condotta nella Darsena Medicea e che riguarda la protezione dell'ambiente marino sarà presentata in occasione dell'evento



PORTOFERRAIO — Il lavoro dell’équipe dell’Università di Pisa nella Darsena medicea sarà raccontato al grande evento di divulgazione scientifica il prossimo 27 Novembre su YouTube. Una due-giorni di conferenze, seminari, esperimenti, visite e dimostrazioni scientifiche per far conoscere e rilanciare il valore della ricerca e della conoscenza.

Bright Night 2020. La Notte Europea delle ricercatrici e dei ricercatori” è un’iniziativa ormai immancabile di divulgazione, durante la quale università ed enti di ricerca offrono un saggio della propria attività, in modo accattivante e accessibile anche per il pubblico generalista.

I ricercatori durante il monitoraggio

Le università toscane, il Consiglio Nazionale della Ricerca – Area di Pisa, l’IMT – Scuola Alti Studi di Lucca, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’Istituto Astrofisico di Arcetri sono alcuni degli enti che parteciperanno a questa iniziativa. Promossa dalla Commissione Europea e giunta alla quindicesima edizione, la Notte dei Ricercatori 2020, presenta un programma fittissimo di appuntamenti, che saranno trasmessi in digitale nei giorni 26 e 27 Novembre.

Per l’edizione di quest’anno, il Comune di Portoferraio fa sapere che la tavola rotonda che si terrà il 27 novembre alle ore 17,10 circa, dal titolo “Gli effetti del cambiamento climatico, dai ghiacciai al Mediterraneo”, durante la quale il professor Fabio Bulleri, del Dipartimento di Biologia – Unità di Biologia Marina ed Ecologia dell’Università di Pisa, citerà nel suo intervento la ricerca scientifica che sta conducendo nella Darsena Medicea, nell’ambito del progetto Interreg Marittimo Italia-Francia “Qualiporti”. 

Dal Comune infatti fanno sapere che da diversi mesi l’équipe del professor Bulleri è impegnata in un’azione pilota finalizzata a monitorare l’efficacia di alcune specie comuni di spugna nel migliorare la qualità dell’acqua marina, filtrando inquinanti organici e inorganici e batteri, nonché la loro capacità di resistere all’innalzamento della temperatura dovuta al cambiamento climatico. 

Spugna ircina

Un’indagine molto apprezzata dallo stesso consorzio del progetto Interreg e dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, che ne ha ravvisato fin da subito il valore scientifico e l’interesse per il contesto locale, offrendo il proprio sostegno e la propria disponibilità per collaborazioni inerenti il progetto. Quella alla quale parteciperà il professor Bulleri è la seconda di 4 tavole rotonde condotte dalla giornalista e divulgatrice scientifica Silvia Bencivelli, che avranno inizio a partire dalle ore 16 del 27 Novembre. 

“Sono molto lieto – ha detto il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini - che il mio Comune ospiti il lavoro di ricerca del professor Bulleri, di cui riconosco la portata anche educativa per i giovani del nostro territorio, e spero che in molti vorranno assistere al Bright Night 2020, che rappresenta un’occasione di approfondimento e visibilità del lavoro che stiamo ospitando ma anche un modo per riconoscere all’Isola d’Elba il suo enorme potenziale come luogo di studio e laboratorio a cielo aperto. L’Isola d’Elba è, infatti, un patrimonio di dati e informazioni di interesse scientifico e storico-culturale, un concentrato di flora, fauna, minerali, testimonianze storico-antropologiche che costituiscono degli elementi di grande valore e – in certi casi – degli unicum a livello mondiale".

“Inoltre - ha aggiunto Zini - le sue peculiarità geo-morfologiche, biologiche e storico-culturali, nonché la presenza di un parco nazionale lo rendono veramente un luogo adatto ad ospitare campagne di monitoraggi, ricerche ed esperimenti, per contribuire, nel rispetto degli ecosistemi e delle attività umane, all’aumento della conoscenza scientifica per il miglioramento della qualità della vita, della salubrità degli ambienti naturali e perla lotta ai cambiamenti climatici.”

Per seguire l’evento in diretta basta accedere al seguente link.



Tag
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità