Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:46 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 05 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Ibra in ritardo arriva grazie a un passaggio in moto in autostrada: il video

Attualità martedì 20 ottobre 2020 ore 09:27

"L'ospedale elbano è efficiente nelle emergenze"

Una delle stanza del nuovo Pronto soccorso di Portoferraio

La testimonianza e il grazie di un cittadino inglese che ha scelto di vivere all'Elba e che è stato salvato dopo essere stato colpito da un infarto



PORTOFERRAIO — Un cittadino inglese che ha scelto di vivere all'Elba con sua moglie ci ha inviato la sua testimonianza positiva relativa all'ospedale di Portoferraio, dove gli è stata salvata la vita, spiegando come "sia importante dare credito dove è dovuto e nel caso del nostro ospedale locale tutti dovrebbero sapere che un buon lavoro stanno facendo". 

Qui di seguito pubblichiamo integralmente la lettera ricevuta.

“Terapia Medica Superiore ancora una volta dall'Equipe Medica di Emergenza dell'Ospedale Generale di Portoferraio.

Come residente all'Elba ho avuto motivo di visitare il Pronto soccorso dell'ospedale di Portoferraio la scorsa settimana e per la seconda volta dal mio arrivo a gennaio 2019. La prima volta è stata a metà marzo 2019 quando ho segnalato dolore al petto. Ho avuto la fortuna in quel periodo di essere visitato dal medico di turno, un cardiologo di nome dottoressa Marta Liberatori. È stata la sua azione efficiente e professionale che mi ha letteralmente salvato la vita per la quale sarò esternamente grato. Ha notato i sintomi di quello che doveva essere il mio secondo attacco di cuore. Ha anche identificato molto magistralmente dai suoi test che avevo subito un attacco ischemico alcune settimane prima che era passato inosservato. 

Ha prontamente organizzato l'elicottero che mi ha raccolto e portato sulla terraferma e in non più di 30 minuti ero sul tavolo operatorio a Livorno. Dopo tre settimane di terapia intensiva ho potuto partire e tornare a casa. All'epoca scrissi all'allora Ministro della Salute, Giulia Grillo, e le feci i complimenti per l'ottimo standard di assistenza sanitaria ricevuto sia a Portoferraio che a Livorno. Mi sono riferito ad alcuni medici per nome ed in particolare al Dott. Liberatori e al Dott. Alberto Iurato che è il responsabile cardiologico dell'Elba e che ha gestito la mia assistenza post-terapia con la massima efficienza e professionalità.

Durante la mia ultima visita al reparto di emergenza dell'ospedale sono stato felicissimo di vedere i nuovi aggiornamenti che sono stati apportati al reparto, compresi tutti i nuovi macchinari diagnostici.

Anche in questa occasione, anche se era domenica, ho avuto la fortuna di essere nelle abili mani della dottoressa Liberatori in quanto lei era di turno. Ancora una volta e con grande cura e attenzione professionale mi ha sottoposto ai suoi test che hanno coperto ogni possibile evenienza. È stato l'esame più approfondito che abbia mai avuto. L'intero reparto funziona come un orologio svizzero e tutti sono competenti e professionali. È stata in grado di confermare che tutto andava bene e, a causa del suo livello di cura e attenzione, non ho avuto dubbi sul fatto che fosse così.

Per quei lettori interessati sono un inglese che ha avuto la fortuna di potersi insediare, con mia moglie, in questo bellissimo paese d'Italia e sulla bellissima isola d'Elba.

Tutto qui è bello, la natura, la cultura e soprattutto le persone. E come se non bastasse avete anche la dottoressa Marta Liberatori e i suoi colleghi che si prendono cura di voi quando vi ammalate. Cosa si può chiedere di più?"

Lettera firmata 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Attualità

Attualità