Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:23 METEO:PORTOFERRAIO20°31°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Biden: «Oggi è un giorno triste, a rischio salute delle donne»

Attualità mercoledì 20 aprile 2022 ore 09:14

"No all'accorpamento degli orari fra licei"

Foto di repertorio

I rappresentanti dell'Isis "Foresi" scrivono contro la decisione di accorpare delle ore fra due classi di indirizzo diverso per mancanza di docenti



PORTOFERRAIO — I rappresentanti degli studenti dell'Isis "Raffaello Foresi" di Portoferraio chiedono che sia rispettato il loro diritto allo studio e sia evitato l'accorpamento dell'orario di due classi di indirizzi scolastici differenti.

Qui di seguito pubblichiamo la lettera inviata al dirigente scolastico provinciale.

"Al Dirigente dell’Ambito Territoriale Provinciale di Livorno

Ufficio VIII

Oggetto: Documento dei Rappresentanti degli Studenti delle Classi 2AS e 2LC dell’I.S.I.S. “R. Foresi” _ Formazione dell’organico per l’a.s. 2022/2023 – 24/03/2022

Ill.mo Dirigente,A fronte della previsione dell’Ufficio Scolastico di Livorno, relativa all’organico di diritto per l’anno scolastico 2022-2023, che prevede tagli evidenti per il nostro Istituto, desideriamo esprimere la nostra più sincera preoccupazione e il nostro convinto dissenso. Riteniamo pertanto doveroso esprimere le ragioni che ci inducono ad essere contrari a quanto prospettato da codesto Ufficio. 

In primo luogo, le nostre due classi, attuali 2A Liceo Scientifico e 2A Liceo Classico e future classi 3A Liceo Scientifico e 3A Liceo Classico, appartengono a due scuole liceali di indirizzo completamente differente. A nostro avviso e come ci è stato sempre spiegato, la prima offre una formazione prettamente scientifica, mentre la seconda offre una formazione prettamente umanistica e, in tal senso, anche le materie comuni devono essere affrontate secondo tali criteri. 

Ci risulta quindi impossibile pensare ad una condivisione dell’offerta formativa durante tutto l’anno scolastico, in quanto la stessa finalità ed essenza delle due scuole risulterebbe snaturata.Inoltre, in quanto studenti, auspichiamo di poter terminare lo specifico ciclo di studi intrapreso, secondo quanto proposto e promesso al momento dell’iscrizione, ovvero in base all’offerta che ci era stata presentata. Peraltro riteniamo che, come noi studenti, dal canto nostro, siamo pronti a compiere il nostro dovere, così anche la Scuola non dovrebbe negare il nostro diritto di scelta espresso all’inizio del nostro percorso liceale. 

Vorremmo, infine, sottolineare che viviamo su una piccola isola, in una situazione scolasticamente svantaggiata, a causa dell’esiguo numero di istituti scolastici dello stesso indirizzo. Pertanto, se dovesse avvenire un accorpamento, gli studenti delle classi coinvolte non avrebbero neanche la possibilità di scegliere un’altra scuola con lo stesso percorso di studi. L’unica possibilità per svolgere a quel punto un percorso quantomeno dignitoso sarebbe iscriversi a un istituto fuori dall’isola, scelta impossibile per gli ovvi motivi economici e familiari.

Pensare che noi ragazzi possiamo essere privati della reale possibilità di formazione e di crescita, perché inseriti all’interno di classi il cui numero non può in alcun modo garantire un percorso individualizzato, è quanto di più deludente si possa immaginare, oltre che un’immotivata vessazione del nostro diritto allo studio; e tutto ciò, senza tener conto che siamo reduci dalle enormi difficoltà derivanti dagli anni di pandemia, trascorsi al computer per ottemperare, nostro malgrado, a quanto reso necessario dall’emergenziale Didattica a Distanza invece che dalla Didattica in presenza, che per tutti noi è irrinunciabile occasione di crescita, di confronto e di benessere.

Confidando nella Sua squisita sensibilità e comprensione, attendiamo fiduciosi il benevolo accoglimento di questa nostra istanza, affinché venga preservata la situazione attuale fino alla fine del nostro ciclo di studi.Con Osservanza I Rappresentanti degli Studenti delle Classi 2A Liceo Scientifico e 2A Liceo Classico,Sofia Canovaro, Francesco Reina, Matteo Tiezzi e Francesca Borzino.

Nota di solidarietà dei Rappresentanti Cdi e CpsI 

Rappresentanti degli Studenti in Consiglio di Istituto e Consulta Provinciale presso l’Isis Foresi esprimono contestualmente alla presente lettera la propria completa adesione, dichiarandosi fortemente preoccupati dalla possibilità che per motivi di opportunità amministrativa e finanziaria si metta in discussione la qualità e la continuità di studio dei ragazzi. 

I Rappresentanti fanno pertanto appello alle istituzioni competenti perché si adoperino per evitare scelte tali da creare forti disagi agli studenti, sconvolgendo senza ragioni didattiche il loro processo formativo e di classe". 

I Rappresentanti in Consiglio di Istituto e in Consulta Provinciale degli Studenti del Foresi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo aveva 91 anni ed era molto conosciuto per aver aperto il primo negozio di abbigliamento specializzato per bambini in città
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità