Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:11 METEO:PORTOFERRAIO23°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Cultura martedì 16 giugno 2020 ore 16:33

Musei napoleonici, il Comune scrive al ministro

Museo napoleonico di San Martino, Portoferraio

Le due residenze sono ancora chiuse per l'emergenza Covid ma manca un direttore e c'è poco personale per i due musei di richiamo internazionale



PORTOFERRAIO — Angelo Zini, sindaco di Portoferraio e Nadia Mazzei, assessora a Cultura e Turismo dello stesso Comune hanno inviato una lettera all'attenzione di Dario Franceschini, ministro dei Beni culturali e del Turismo elencando i problemi che da tempo affliggono le due residenze napoleoniche, i due musei statali che si trovano a Portoferraio e che costituiscono un importante richiamo nazionale ed internazionale per tutta l'isola d'Elba.

In particolare, come si legge nella lettera inviata al ministro, il museo è ormai da tempo privo di un direttore dedicato che ne curi direttamente la valorizzazione così come manca una pianificazione degli eventi. Attualmente infatti la direzione dei musei napoleonici è affidata ad interim al direttore del Polo Museale della Toscana, Stefano Casciu.

La biblioteca elbana di Napoleone

Nella lettera inoltre viene sottolineato come anche il Comune all'interno dei due musei abbia messo a disposizione importanti parti del suo patrimonio, costituito da opere d'arte ma anche la Biblioteca che Napoleone lasciò all'Elba quando partì e che appartiene appunto al Comune di Portoferraio.

Viene inoltre ricordata l'incuria in cui versano i giardini, la mancanza di manutenzione ordinaria e la carenza di personale riguardante i musei, avvenuta nel tempo, sia a causa di pensionamenti che di trasferimenti. Una carenza che anche prima del Covid garantiva l'apertura del museo in località San Martino solo a giorni alterni.

Fontana di Napoleone

Infine viene messo in evidenza come in questa fase i due musei risultino ancora chiusi e l'amministrazione comunale ancora non abbia ricevuto comunicazione sulla data di riapertura.

Per tutti questi motivi sindaco e assessora chiedono al ministro Franceschini di "dare dignità ai nostri musei e al nostro territorio intervenendo attivamente per la soluzione delle annose criticità".

Sindaco e assessora inoltre ricordano al ministro Franceschini che nel  2021 ricorrerà il bicentenario della morte dell'Imperatore e che i due musei napoleonici saranno al centro di importanti iniziative culturali di richiamo per numerosi appassionati della storia napoleonica, un'occasione importante di promozione turistica dell'isola per la quale è necessario non farsi trovare impreparati.

La lettera si chiude con un invito al ministro a visitare l'Elba "per poter godere delle ricchezze naturalistiche e culturali che la rendono unica".

In allegato all'articolo la lettera completa inviata al ministro Franceschini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ricerche in corso nella zona di Procchio per trovare la donna. Presenti squadra a terra ed elicottero dei vigili del fuoco
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità