Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:32 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità martedì 24 gennaio 2017 ore 11:02

Moby vende il traghetto Love ai greci

Il traghetto Moby Love, attualmente in servizio sulla tratta Piombino-Portoferraio, è stato venduto a una compagnia di navigazione greca



PORTOFERRAIO — Operazione in uscita per la flotta della compagnia di Onorato, il Moby Love, attivo sulla tratta Piombino - Portoferraio sarebbe stato infatti venduto ai greci di Portucalence.

Lo riporta il sito specializzato Ship2shore che fornisce alcuni dettagli sull'operazione condotta dal broker genovese Ferrano & Massone e che vedrebbe il Love prossimamente designato ai collegamenti fra le isole elleniche.

In attesa di maggiori dettagli da parte della compagnia di navigazione (ancora riservato il prezzo di vendita della Love), i collegamenti fra Elba e Piombino perdono quindi un vettore e non chiaro se questo sarà rimpiazzato da un altro mezzo della flotta di Onorato. 

Originariamente varata col nome di Saint Eloi e impiegata prima sul Canale della Manica, il Love ha una stazza lorda di 7.600 tonnellate, una capacità di 1.200 passeggeri e 250 auto e la Moby ne entrò in possesso nel 1998 operando prima nel Mare del Nord e in seguito sulla tratta elbana.

Il trasferimento dovrebbe avvenire nelle prossime settimane. L'operazione fa seguito al cambio di nome del traghetto Lally chiamato ora Baby Two.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità