Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Politica martedì 02 agosto 2016 ore 15:49

Lo scontro Peria-Marini accende la politica estiva

Accuse e contro accuse continue fra il vice sindaco e l'ex sindaco: al centro i nuovi parcheggi per le spiagge e la gestione della città



PORTOFERRAIO — Uno invita l'altro a proseguire nel buen retiro di Pescia, l'altro risponde che non ne fanno una giusta. E in mezzo ci tirano i rom. La politica d'estate ha raramente un grande seguito (è infatti in questi periodi che tradizionalmente vengono approvate le peggiori nefandezze) ma il fine luglio elbano si è animato grazie allo scontro a mezzo stampa e social tra il vice sindaco Roberto Marini e l'ex sindaco Roberto Peria.

Il caso è nato in seguito alla concessione dell'amministrazione comunale ai privati di alcune aree per adibirle a parcheggi così da decongestionare il parcheggio selvaggio lungo le strade che, nella scorsa estate, ha creato più di un problema ai mezzi di soccorso. Intervento sbagliato necessario per il Marini, sbagliato nei tempi e nei modi per il Peria.

Da qui un'escalation di accuse reciproche: Marini accusa Peria di intervenire solo in quanto toccato in interessi privati (uno dei parcheggi sarebbe nelle vicinanze dell'abitazione dell'ex sindaco), Peria ribatte che certe scelte sono irregolari e dettate da interessi lontani dalla trasparenza e dalla buona amministrazione.

Secondo Marini infatti le accuse di Peria: "Sono veramente farneticanti. Scende in campo di nuovo perché Portoferraio ha bisogno, nuovamente, di legalità. E lo fa senza vergogna, dimenticandosi, anzi facendo capire, velatamente, quanto, invece, vada fiero, di tutto ciò che in passato è stato innescato senza alcun fondamento.

Infatti, al di lá della questione dei parcheggi pubblici - nella quale questa amministrazione ha tutelato un interesse pubblico ed è stata, di fatto, confortata dal TAR e che, di contro, vede il Peria tutelare il proprio interesse privato (non vuole parcheggi davanti a casa) - l'ex sindaco descrive questa amministrazione come qualcosa di losco che agisce ed opera al di fuori delle regole a tutela di interessi di pochi". 

Marini rincara la dose: "Mentre lui, poverello, ha combinato niente per dieci anni, anzi ha fatto tanti danni, solo perché tanto, tanto onesto. Con i riferimenti a lobby e amici vari, invece, stai cercando di fare ciò che a suo tempo è stato fatto con l'amministrazione Ageno e di cui, ancora oggi, alcuni sopportano grandi dolori e tutti noi la vergogna di non essersi indignati di più per l'offesa e il male fatti per niente a dei nostri concittadini; male fatto per pura cattiveria, giochi politici e bramosia di potere. Vergognati".

Peria non ci sta e ribatte: "Non hanno dato una sola risposta di merito alle questioni poste. Si sono limitati ad un tristissimo attacco personale, in perfetto politichese. Quello che non capiscono lor signori è che in questi anni il mondo è cambiato vorticosamente. La gente non ce la fa più e c'è una forte rabbia sociale, dovuta al disagio personale e familiare che vive la maggioranza delle persone. 

Questo disagio induce ad una sorta di rifiuto della politica, dei suoi riti, delle sue ruffianerie, delle sue furbate. La gente ci chiede chiarezza e trasparenza, correttezza e pari trattamento. Non potete certamente cavarvela con atti creativi e pasticciati, rispetto ai quali è stata negata ogni possibilità di partecipazione al procedimento da parte dei cittadini". 

"Se rilasciate una concessione demaniale ad un soggetto di mercato, senza piano spiagge e senza pubblica gara, fate qualcosa che non è affatto possibile in base alla legge. Se piantate più di venti pali di divieto di sosta in poche centinaia di metri, rovinate il paesaggio, che è di tutti". 

Marini replica e allarga il campo da gioco: "Le critiche fatte a Peria non sono certamente personali, visto che sono realtà di fatto che riguardano la sola sfera politica dell’ex sindaco e, di contro, non sono neanche paragonabili, né commisurabili, alle offese fatte dallo stesso. 

Certo, forse, non abbiamo l’alto profilo politico che lui stesso dice di avere dopo tanti anni nelle istituzioni, ma per noi conta un’altra cosa: essere al servizio dei cittadini - noi siamo sempre in mezzo alla gente e ci parliamo ovunque, anche al supermercato - e perseguire l’interesse del nostro paese. Cogliamo, infine, l’occasione per sollecitare di nuovo la nostra minoranza consiliare PD ad esprimersi sulla questione dei Rom".

A questo punto sulla giostra monta anche il PD locale che commenta: "L’urbanistica è ferma da due anni, il Piano Strutturale adottato all’unanimità dalla precedente amministrazione, giace nei cassetti. Ma poche, ben mirate e non giustificate decisioni arrivano inaspettate.

Vengono tirate in ballo tristissime vicende di un passato molto recente, senza che vi sia alcun riferimento a quanto contestato oggi. Infatti, nel merito, l’amministrazione non dice niente sulle scelte criticate sulle quali Roberto Peria fa una critica legittima. Probabilmente saranno altri a chiedere conto in altre sedi, probabilmente anche quelle giudiziarie".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Purtroppo è stato inutile ogni tentativo di rianimazione effettuato dai soccorsi intervenuti nella notte nella sua abitazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Politica