QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°21° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 22 ottobre 2019

Attualità mercoledì 22 giugno 2016 ore 17:41

La situazione del personale reparto per reparto

In seguito alla conferenza dei sindaci di area vasta, l'Asl fa il punto sulle richieste di personale avanzate per la zona elbana



PORTOFERRAIO — L’Azienda Usl Toscana nord ovest è impegnata in una politica di riorganizzazione dei servizi sanitari offerti ai cittadini del proprio territorio e, in particolare, per quelli residenti in contesti geograficamente più complessi come quelli insulari. All’Isola d’Elba in particolare si è mossa affinché, oltre alla recente istituzione dell’Unità Operativa semplice di Ortopedia, venissero attivate tutte quelle procedure necessarie al reperimento del personale richiesto in diversi settori. Fra questi:

Servizio di gastroenterologia: "L’offerta ai cittadini è sempre stata mantenuta, nonostante la cessazione dal servizio del medico precedentemente incaricato, grazie anche al supporto di medici provenienti da altre zone. Dal 16 giugno, infine è partita una riorganizzazione completa che oltre a riqualificare il servizio permetterà, una volta a regime, di raddoppiare le prestazioni offerte".

Servizio trasfusionale: "E' stato attivato un concorso a seguito dell’esaurimento delle relative graduatorie. Il bando è scaduto il 30 maggio scorso e a breve potrà essere definita la nuova assunzione a ruolo. Dal marzo scorso, ad ogni modo, è stato attivato un contratto a tempo determinato che ha permesso il mantenimento degli standard tradizionalmente garantiti".

Sert: "Il servizio dedicato alla Dipendenze risulta attualmente a pieno organico e senza necessità di ulteriori ingressi".

Oncologia Piombino-Elba: "Il 16 giugno scorso è arrivata la comunicazione di dimissioni con decorrenza dall'11 luglio del medico incaricato su una sostituzione di un medico assente per maternità. Per tale incarico è già stata attivata la procedura finalizzata al conferimento di un nuovo incarico a tempo determinato (in assenza di graduatorie concorsuali), tenuto conto dei tempi tecnici necessari all’effettivo ingresso".

Radiologia Piombino-Elba: "Il servizio risente delle estreme difficoltà nel reperimento di personale dovute, allo stato attuale, prioritariamente ad assenza di graduatorie concorsuali e selettive. Sono state attivate, seppur senza esito, tutte le procedure per inserire tre persone, compreso il ricorso a procedure di mobilità esterna. L’Azienda sta valutando anche il ricorso a procedure per l’affidamento di incarichi di lavoro autonomo a libero professionali".

Pronto Soccorso Piombino-Elba: "In attesa della assegnazione, tramite concorso, del ruolo per tre medici (2 Piombino, 1 Portoferraio) un medico è entrato con incarico a tempo determinato nel marzo scorso presso il presidio di Portoferraio. Inoltre, è stata richiesta l’attivazione di un concorso specifico per la zona Elbana, per poter individuare candidati disponibili a prendervi servizio in maniera stabile; per il Pronto Soccorso di Piombino, siamo in attesa dell’esito della ricognizione della mobilità esterna per medici di pronto soccorso, oltre ad aver chiesto anche per questo presidio ospedaliero l’attivazione di un concorso nella disciplina di medicina e chirurgia di accettazione e urgenza".

Servizio Camera Iperbarica: "Se fino al 28 giugno l’impossibilità di ricorrere alla pronta disponibilità nelle ore diurne potrà provocare alcuni disagi ad oggi non verificatisi, è sempre garantito il ricorso al piano di emergenza ovvero a quella procedura pensata per i casi in cui la camera iperbarica non sia agibile come, ad esempio, per guasto tecnico, manutenzioni programmate, indisponibilità ecc. 

Al verificarsi di tale situazione sono attivati sul posto i principali servizi come la valutazione del medico iperbarico, l’idratazione e l’ossigenoterapia normobarica ad alti flussi, mentre, nel caso sia necessario, vengono allertati i centri iperbarici più vicini e garantito il trasporto del paziente in tempi adeguati. 

E' comunque opportuno ricordare che nel 2015, 11 sono stati i casi trattati dei quali solamente uno nel mese di giugno e che la maggior parte degli interventi sono eseguiti nel tardo pomeriggio ovvero in concomitanza con la reperibilità notturna. A fronte dell’impossibilità contrattuale di attivare una reperibilità diurna e dell’inappropriatezza di una guardia attiva per un carico di lavoro così ridotto l'Azienda sta lavorando ad un progetto di produttività aggiuntiva che sarà a breve inviato alle organizzazioni sindacali. 

Dopo il periodo estivo, sarà valutata anche con la conferenza dei sindaci la possibilità di avviare alcune attività programmate di camera iperbarica per i trattamenti di alcune patologie come la gangrena, l’infezione acuta o cronica dei tessuti molli, le fratture a rischio, l’osteomielite, le ulcere, etc".



Maltempo tra Liguria e Piemonte: a Gavi esonda il rio Neirone

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità