QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°17° 
Domani 16°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità giovedì 27 dicembre 2018 ore 18:10

La differenziata all'Elba sale al 56,5 per cento

I dati a Novembre 2018 nei Comuni: Capoliveri al primo posto con il 75,4 per cento, all' ultimo posto Porto Azzurro con il 15,9 per cento



PORTOFERRAIO — Arrivati quasi a fine anno Esa spa (Elbana servizi ambientali) tira le somme delle percentuali della raccolta differenziata nei vari Comuni dell'isola d'Elba con i dati fino al mese di Novembre 2018.

Il saldo risulta positivo, come affermano da Esa, anche se sottolineano che ci sono ancora parti del territorio elbano che non hanno adottato il sistema di raccolta dei rifiuti domiciliare.

"I numeri - si legge infatti nella nota di Esa - dicono che gran parte del contesto sociale elbano ha ormai compreso l’importanza della buona differenziazione dei rifiuti, risultati di questo tipo, tra i migliori nelle isole ma anche nel contesto territoriale toscano, sono resi possibili dall’impegno (e dalla pazienza) di tutti noi alle prese quotidianamente con sacchi e contenitori in cui separare plastica, vetro, lattine, carta e rifiuti organici".

"Dopo tante leggi, campagne informative e qualche multa, - si legge ancora nella nota di Esa - inizia a crescere la consapevolezza che per avere un’isola e un ambiente più pulito e libero dai rifiuti sia essenziale differenziare bene tutto ciò di cui ci si debba disfare".

I comuni virtuosi elbani sono molti. Capoliveri che raggiunge con il mese di Novembre la soglia del 75,4 per cento, Portoferraio che raggiunge il 71,8 per cento, Marciana con il 71 per cento, seguiti da Marciana Marina con il 62,3 per cento e Campo nell'Elba Elba con il 60,2 per cento.

Meno bene invece per il Comune di Rio che nel mese di Novembre si attesta al 39,3 per cento e per Porto Azzurro che risulta all'ultimo posto con il 15,9 per cento, in base alla tabella dei dati redatta da Esa.

Sale del 9 per cento anche la percentuale media isolana, che si attesta al 56,5 per cento, avviando l’Elba ad acquisire l’ambito titolo di “isola a rifiuti zero”.

Esa spa prosegue nel 2019 la progressiva estensione del sistema “PaP” (Porta a porta) ad altre importanti parti del territorio.  E' infatti previsto infatti a partire dal 2019 il progressivo completamento del territorio di Campo nell'Elba del centro storico di Portoferraio, nello stesso tempo sarà avviata la raccolta porta a porta anche nel Comune di Marciana Marina.


"I risultati premiano tutta l’Elba che differenzia, - sottolineano da Esa - i sistemi hanno funzionato anche in quei periodi dell’anno in cui l’ aumento delle presenze rende più complessa la gestione ambientale. Buoni risultati per i quali è necessario ringraziare i cittadini elbani che primi, con i loro buoni comportamenti, hanno fatto sì che si raggiungessero i livelli rilevati".

In fondo all'articolo, come allegato, pubblichiamo la tabella con i dati e il confronto con quelli del 2017.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Elezioni

Sport

Attualità