comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:PORTOFERRAIO12°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Politica venerdì 20 novembre 2020 ore 16:11

La Cosimo de' Medici verso la ricapitalizzazione

Angelo Zini, sindaco di Portoferraio
Angelo Zini, sindaco di Portoferraio

Il sindaco Zini dichiara: “La partecipata è strategica per il Comune di Portoferraio. Un atto di grande responsabilità e generosità per salvarla”



PORTOFERRAIO — Non cesserà di esistere la Cosimo de' Medici ma anzi obiettivo dell'amministrazione comunale di Portoferraio è quello di normalizzare la situazione e ripartire ampliando anche i servizi affidati alla partecipata comunale, che attualmente gestisce il porto turistico, i siti culturali e gli impianti sportivi della città. 

Angelo Zini, sindaco di Portoferraio, oggi, nel corso di una conferenza stampa, dopo il Consiglio comunale del 17 novembre scorso, ha voluto fare chiarezza sulle sorti della Cosimo de' Medici che il sindaco stesso ha sottolineato essere “come un dipartimento del Comune o come un ufficio dello stesso”.

In risposta a chi ha criticato l'amministrazione, accusandola di voler affossare la partecipata o a chi diffonde messaggi scorretti (leggi qui l'articolo), il sindaco ha così voluto spiegare ai cittadini il percorso intrapreso e quali sono le condizioni in cui la partecipata si trovava al momento del suo insediamento nel 2019.

“La partecipata infatti vantava crediti verso il Comune di Portoferraio per circa 900mila euro, - ha spiegato il sindaco - crediti derivati da fatture non pagate fra il 2001 ed il 2018 dovuti a prestazioni richieste dal Comune ma senza essere stati accompagnati dall'iter amministrativo previsto e perciò difficile da ricostruire a distanza di anni”.

Una situazione che, come ha sottolineato Zini, “si è inasprita con la precedente amministrazione al punto tale che la partecipata ha denunciato il Comune per vedersi riconosciuti i pagamenti, senza mettersi ad un tavolo e trovare una soluzione e addirittura l'amministrazione è arrivata a chiedere le dimissioni del Cda”.

Zini ha quindi spiegato che le soluzioni che si ponevano per normalizzare la situazione della partecipata che, a causa di questa controversia, ancora deve approvare i bilanci del 2018 e del 2019, erano due: portare in tribunale i libri contabili della società con tutte le conseguenze e incertezze che ne sarebbero derivate per i servizi alla città e per i lavoratori della società oppure riconoscere in Consiglio comunale i debiti fuori bilancio e pagarli.

Tuttavia Zini ha spiegato che “i debiti fuori bilancio hanno un iter che deve essere tempestivo e in cui devono essere ricostruite le motivazioni ed i servizi ed essendo passati tanti anni non era possibile procedere per questa strada, che tra l'altro è già stata tentata per ben due volte”.

Perciò l'amministrazione comunale ha chiesto un parere ad uno studio legale per trovare una via d'uscita valida e praticabile ad una situazione così complessa. Quindi l'amministrazione guidata da Zini ha deciso di “non riconoscere i debiti fuori bilancio vantati dalla Cosimo, cosa avvenuta nel Consiglio comunale del 17 novembre scorso. La partecipata dovrà quindi cancellare queste poste dal bilancio e andrà in perdita”. 

Ma ha aggiunto Zini “nel prossimo Consiglio comunale, che si svolgerà entro il 30 del mese, l'amministrazione comunale andrà alla copertura della perdita di esercizio e alla ricapitalizzazione della società partecipata”.

"Dopo che quindi la situazione sarà normalizzata – ha spiegato Zini – si procederà ad un nuovo contratto con la Cosimo e l'obiettivo dell'amministrazione è quello di ampliare i servizi della partecipata, aggiungendo la manutenzione del verde della città, le piccole opere di manutenzione, fino ad arrivare anche alla gestione dei parcheggi”.

Il sindaco ha inoltre sottolineato come fin dal suo insediamento e anche durante vari Consigli comunali abbia sempre ribadito il fatto che la Cosimo de' Medici per il Comune è strategica proprio per tutti i servizi che svolge e può svolgere per la città.

“Come amministrazione ci siamo assunti una grande responsabilità ma abbiamo anche fatto un atto di grande generosità.– ha sottolineato Zini – Si tratta di un percorso che è stato condiviso con il Cda della Cosimo con il quale siamo in quotidiano contatto e con il quale i rapporti sono ottimi”.

Il sindaco ha anche detto che valutare eventuali responsabilità di quanto si è determinato riguardo alla società partecipata negli anni non spetta al Comune ma entrambe le delibere di Consiglio comunale, quello svoltosi e quello da svolgersi, saranno poi inviate alla Procura della Corte dei Conti.

“A chi critica volendo far passare una realtà diversa – ha aggiunto Zini – segnalo che la delibera di martedì scorso è stata votata solo dai consiglieri della maggioranza. Vedremo se per la prossima, che prevede la ricapitalizzazione della società, ci sarà anche il contributo delle minoranze”.

Infine il sindaco ha auspicato che una volta risolta la questione della partecipata, la stessa potrà anche essere importante per attivare alcuni posti di lavoro in ragione dei servizi ulteriori che le saranno affidati dal Comune, spiegando che le assunzioni, sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, però dovranno avvenire con le stesse procedure del Comune e quindi rispettando le regole.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica