QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°26° 
Domani 20°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 22 settembre 2018

Attualità martedì 11 settembre 2018 ore 14:45

Il Presidente? Accontentiamoci di guardarlo in tv

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La nota di Maria Gisella Catuogno, ex insegnante del Cerboni: "La partecipazione sarà solo virtuale, a parte gli invitati"



PORTOFERRAIO — Il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nelle tempeste della politica italiana, è sempre stato un faro protettivo e illuminante, esprimendo dignità, compostezza, equilibrio, e soprattutto rispetto e rigorosa interpretazione della Carta Costituzionale. Il suo primo gesto dopo l’elezione fu l’omaggio ai martiri delle Fosse Ardeatine, a sottolineare plasticamente da quali sofferenze e lotte era nata l’Italia postbellica e a quali valori di democrazia e di civiltà doveva ispirarsi il suo popolo. Conosciamo il suo vissuto personale e la ferita di aver dovuto assistere alla morte per mafia dell’amato fratello Piersanti: un’esperienza tragica che ha regalato per sempre un velo di malinconia al suo sguardo.

"Fra sei giorni - scrive Maria Gisella Catuogno, ex insegnante  del Cerboni -   il Presidente sarà qui, all’Isola d’Elba, proprio presso quella scuola dove ho insegnato per trentatré anni, a inaugurare con studenti e insegnanti, provenienti anche da altre realtà, il nuovo anno scolastico.

A differenza del suo predecessore, Giorgio Napolitano, che riuniva nel cortile del Quirinale le rappresentanze di studenti di ogni parte della penisola, Mattarella ha preferito la modalità di spostarsi personalmente nei plessi scolastici italiani, spesso periferici.

L’Isola d’Elba l’accoglie con orgoglio ed emozione: invece, la partecipazione al grande evento sarà purtroppo per quasi tutti, a parte gli invitati, solo virtuale, attraverso la diretta di Rai1.

La stretta di mano che molti di noi avrebbero voluto porgere al Presidente della Repubblica è dunque soltanto ideale, ma la speranza è che in qualche modo Lo raggiunga, insieme a sensi di profonda stima e affetto, e all’augurio di continuare a tenere, come un bravo timoniere, la barra dritta nel mare poco tranquillo della nostra vita nazionale".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità