Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:57 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Attualità domenica 10 novembre 2019 ore 09:00

Fiorenza e Cosmopoli, a tavola nel Rinascimento

Alvaro Claudio durante la presentazione

E' stato presentato al Lions Club isola d'Elba il nuovo libro dello chef Alvaro Claudi, nato dallo studio di documenti dell'epoca medicea



PORTOFERRAIO — Presso la sede del Lions Club Isola d’Elba si è svolta  la presentazione dell’ultimo libro di Alvaro Claudi, intitolato Fiorenza e Cosmopoli, a tavola nel Rinascimento, del quale il sodalizio elbano è stato patrocinatore. L’occasione è stata un incontro, promosso dal Club nella serata di sabato 9 Novembre, al quale, oltre a Claudi e numerosi soci ed ospiti, erano presenti il prof. Agostino Stefani, docente di biologia vegetale all’Università di Pisa e collaboratore dell’autore e la sig.ra Rossana Galletti, delegata dell’Accademia Nazionale della Cucina.

Nello svolgimento della sua dettagliata illustrazione del volume il relatore ha sottolineato come al termine del Medioevo fra il ‘400 e il ‘500 con il manifestarsi del Rinascimento, di cui Firenze fu la culla, insieme alla musica, alla pittura, alla cultura e all’arte in genere si risvegliò anche la gastronomia, che proseguì nel suo processo evolutivo di pari passo con le altre scienze e con la religione.

Inevitabile il coinvolgimento di Cosmopoli in questo processo, del quale lo scrittore racconta storia e curiosità tratte da documenti originali, alcuni dei quali in suo esclusivo possesso, riprodotti in copia fra le pagine del volume insieme alla relativa traduzione. E così si parla di produzione di generi alimentari per la cittadinanza, per i militari, per gli ufficiali, per gli aguzzini ed i galeotti rematori delle galee, di nuove coltivazioni, di prime forme di galateo, di obblighi e divieti, quali quello di gettare rifiuti nelle acque portuali o di non permettere ai capoliveresi di vendere generi alimentari a Cosmopoli, dell’origine di alcuni termini quali bistecca, arista, vin santo tutt’oggi nell’uso comune.

Insomma un’opera che affascina il lettore, stimolandone la curiosità, aggiungendo notevoli elementi di cultura, offrendo anche agli esperti del settore gastronomico indizi e materiale per il prosieguo del processo di aggiornamento e di evoluzione di un settore che si denota sempre più fra le eccellenze non solo del nostro territorio, ma anche in campo nazionale e quindi nell’export.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A spiegare quanto accaduto è la presidente di Elbamare in cui ricostruisce tutti i passaggi del recupero dell'animale anche per poterlo studiare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Elezioni

Politica