QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 23°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 15 settembre 2019

Politica lunedì 20 agosto 2018 ore 18:35

"E' la vittoria della politica sul buon senso"

Il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari

Il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari commenta il cambio di rotta della conferenza dei sindaci sulla sanità: "Qualcuno deve procacciarsi dei voti"



PORTOFERRAIO — Non si è dimesso come qualcuno attendeva, ma ha portato in conferenza dei sindaci un documento molto pesante (pubblicato in un altro articolo, ndr) dove riassume quella che lui descrive come "la vittoria della politica sul buon senso". Mario Ferrari, sindaco di Portoferraio, da lunedì 20 agosto non è più il presidente della conferenza dei sindaci sulla sanità, ma esce dall'assemblea soddisfatto e convinto, a suo dire, di aver seguito un percorso ostacolato solo dalla politica.
"Con Luciano Rossi e Gianluigi Palombi ci siamo impegnati per due anni per costruire un percorso tecnicamente fattibile ed economicamente sostenibile con l'azienda, come testimonia  il cronoprogramma di interventi che avevamo ottenuto di mettere in atto. Poi - ci dice Ferrari appena uscito dall'assemblea - la politica ci ha messo lo zampino; fino allo scontro diretto abbiamo seguito un percorso, ci siamo impegnati ed avevamo trovato la quadra del sistema insieme all'azienda. A questo proposito - aggiunge -  mi preme evidenziare una cosa:  la tanto discussa e chiacchierata rivisitazione dell'Unità operativa complessa di chirurgia noi l'abbiamo trovata già approvata, anche se  su questo argomento , successivamente,  sono stato aggredito pesantemente. In ben due conferenze dei sindaci,  alla presenza delle massime autorità dell'ASL  De Laurentiis e Maccari, questa eventualità era stata proposta e approvata,  e la Bulgaresi , che si è sentita offesa per quello ho detto, ma che allora era presidente della Conferenza dei Sindaci,  non ha alzato alcun grido d'allarme. Quindi la scelta di questa rivisitazione non è mia ma della precedente gestione. In altre riunioni,  dove era presente anche l'attuale nuovo presidente,   è la politica che ha cancellato il piano votato all'unanimità  ben due volte e oggetto di sottoscrizione del  cronoprogramma,  che è  il contratto che regola il rapporto  senza il quale  l'azienda può fare quello che gli pare. La politica ha  avanzato delle richieste assurde, tecnicamente e gestionalmente inattuabili , ma evidentemente bisogna portare avanti quelle perchè qualcuno deve procacciarsi dei voti. Io di voti da procacciare non  ne ho, ma un  politico vero deve mettersi la mano sulla coscienza , non ostacolare il buon lavoro fatto da altri tanto per invalidare i risultati conseguiti da quella che non è più la sua parte politica: si deve lavorare - conclude Ferrari -   perché il proprio cittadino abbia la certezza dei diritti minimi che gli devono essere riconosciuti".



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca