QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 14°17° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 21 marzo 2019

Attualità giovedì 08 giugno 2017 ore 14:59

"Entra in crisi il sistema emergenza-urgenza"

La sanità elbana soffre la mancanza di medici e servizi. Non solo problemi atavici e il sindaco Ferrari lo fa notare all'Azienda



PORTOFERRAIO — Dal sindaco di Portoferraio Mario Ferrari l'appello alla dottoressa Maria Teresa De Lauretis, commissario dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest per la "situazione di emergenza che vive il nostro ospedale", sorta a seguito del principio di indipendenza sanitaria elbana e, secondo il primo cittadino, "ha portato oggi a un isolamento soffocante".

"I problemi non hanno una genesi recente ma si ripresentano sistematicamente senza che nessuno ne abbia valutato le cause e abbia proposto rimedi. - si legge nella lettera firmata dal sindaco - Anche quest’anno, all’inizio della stagione estiva, entra in crisi il sistema emergenza urgenza del nostro ospedale che è sprovvisto di medici, infermieri ed operatosi sanitari".

I principali problemi sarebbero legati all'abuso del pronto soccorso dopo l'abolizione della guardia medica, e all'eccesso di burocrazia ricaduto sulle spalle degli operatori sanitari. "Anche la cronica mancanza di medici, sempre banalmente giustificata dal fatto che nessuno vuol venire all’Elba, - ha aggiunto il sindaco - è un elemento di grave disfunzione del sistema emergenza urgenza. Ad aggravare il quadro della situazione la figura del medico del 118 convenzionato che, se pure a tempo indeterminato, è privo dei diritti di un dipendente, cioè senza ferie, senza possibilità di malattia o di gravidanza, senza un trattamento di fine rapporto; in definitiva un trattamento lavorativo in antitesi alle conquiste dei lavoratori. Tutto questo va avanti da oltre 15 anni".

Ma queste problematiche non possono oscurare quelle legate ai servizi fondamentali per i cittadini, come il problema delle colonscopie, dell’interruzione di altri servizi nel periodo estivo.

"Da tutto ciò emerge una gestione tecnica e politica palesemente sconfitta e non più sostenibile per la quale ci proponiamo d’ora in avanti interventi più incisivi", così Mario Ferrari ha chiuso la lettera in attesa di una risposta da parte della De Lauretis.  



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Politica

Attualità