comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°20° 
Domani 20°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 01 ottobre 2020
corriere tv
Sorpreso fuori casa con il cellulare dall'inviato di Giletti, torna in cella «boss dei Nebrodi»

Attualità domenica 24 maggio 2020 ore 19:00

Elba 21/27, punto e a capo

Osservatori ed amministratori di oggi e di ieri discutono online sul futuro dell'isola. Serve conoscere tutte le opinioni e un progetto tecnico



PORTOFERRAIO — La pandemia ha accorciato le distanze ma non ha ristretto il mondo e l'economia resta sempre globale. Oggi le imprese devono riscoprire il mercato locale - "fai le vacanze nel tuo paese" è il mantra del momento - ma la visione del futuro non può che essere internazionale.

Abbiamo infatti titolato Elba 21/27 perchè ci riferiamo al nuovo bilancio europeo ed alla Politica di Coesione dell'Unione Europea che dal 2021 al 2027 sarà di nuovo finanziata dai fondi FESR e FSE+.

Fondi che anche per l'Elba possono essere il propellente per un ripartenza, un propellente che può solo innescare il turbo di un auto e non certo muovere sette piccoli ciclomotori. Gli elbani lo sanno ma vogliono capirlo meglio. Ed allora perchè non promuovere prima una indagine per registrare il sentiment locale e poi un studio tecnico, serio e super partes, per uno nuovo modello amministrativo dell'isola ?. 

QUInews, per quanto di sua competenza, è disponibile a dare il proprio contributo, così come ha già fatto Gabriele Canè scrivendoci venerdi scorso.

Alla lettera del noto giornalista, amante dello scoglio e socio della Fondazione Elba, hanno poi fatto seguito gli interventi di Barbetti e di Ferrari ai quali Canè ha risposto inviandoci la lettera che pubblichiamo integralmente qui sotto.

Marco Migli - Direttore QUInews

© Riproduzione riservata

________________________________________________________________________

Gentile direttore, 

le rubo ancora qualche riga per alcune considerazioni sul dibattito innescato dalla Fondazione Isola Elba. Mi pare infatti che l'esigenza di una maggiore concentrazione e operatività amministrativa sia condivisa dalla maggioranza degli osservatori. Il sottoscritto, come la Fondazione, ha parlato di Comune unico; l'ex sindaco di Portoferraio Mario Ferrari di Conferenza permanente dei sindaci; il vice sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti, nell'ambito di un progetto molto ampio e articolato, dell'istituzione di una Comunità isolana, già prevista da una normativa del 2000. Insomma, il fatto che l'Elba abbia bisogno di una organizzazione amministrativa coordinata e unitaria, operativa e non solo formale, superando la attuale frammentazione, da tempo è sotto gli occhi di tutti. Ed è riemersa ancora di più ora in una fase di crisi sanitaria e economica, e di un difficile rilancio che richiede coesione, unità e rapidità delle decisioni. A cominciare da quella di dotarsi di uno strumento amministrativo adatto ai tempi e ai bisogni. Aggiungo e chiudo che nel manifesto di Barbetti si segnala un'altra idea meritevole di approfondimento: l'Elba zona franca urbana. Strumento che può favorire investimenti e sviluppo.

Gabriele Canè



Tag
 
Orario voli Silver Air Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Lavoro