Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:32 METEO:PORTOFERRAIO16°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Attacco a Israele, ministro Esteri iraniano: "Operazione limitata e per autodifesa"

Attualità giovedì 23 febbraio 2023 ore 16:50

Elettrodotto Piombino-Elba, al via posa dei cavi

Il cavo sottomarino del nuovo elettrodotto

Da domani la nave Leonardo da Vinci sarà al lavoro al largo di Portoferraio. Il nuovo elettrodotto rafforzerà efficienza, sostenibilità e tenuta



PORTOFERRAIO — Terna fa sapere che ha avviato le attività di posa del cavo sottomarino del collegamento a 132 kV tra l’Isola d’Elba e Piombino. I 34 chilometri di cavo sottomarino, trasportati dalla nave posacavi più grande del mondo, la Leonardo Da Vinci di Prysmian Group, verranno posizionati a una profondità massima di circa 70 metri sotto il livello del mare, partendo dall’approdo isolano di Portoferraio e procedendo verso la costa continentale di Piombino.

L’operazione avrà una durata complessiva di circa 10 giorni. Il cavo sottomarino del nuovo collegamento sarà protetto da possibili danneggiamenti dovuti ad azioni antropiche per tutta la lunghezza del tracciato grazie anche all’utilizzo di macchinari di ultima generazione appositamente progettati.

Nel concepire e realizzare l’opera, Terna spiega attraverso una nota che ha seguito i più elevati standard di sostenibilità mettendo in atto azioni rivolte alla protezione dell’habitat marino. Infatti, nei mesi precedenti all’arrivo della nave posacavi è stato effettuato un intervento di riposizionamento di circa 53.000 talee nel Golfo di Follonica per permettere il passaggio del cavo sottomarino nel rispetto della biodiversità locale. 

Oggetto di tale trapianto, che ha coinvolto un’area di oltre 1650 metri quadri, è stata la Posidonia oceanica, una pianta acquatica tipica del Mar Mediterraneo che ha un ruolo fondamentale per l’ecosistema marino.

Gli approdi del cavo, inoltre, sono stati realizzati tramite la tecnica della trivellazione orizzontale controllata (TOC), che permette, da un lato, di installare la tubazione limitando l’interferenza con le piante acquatiche annullando l’impatto dei lavori sul litorale e, dall’altro, di garantire la necessaria protezione meccanica del collegamento elettrico.

Il nuovo elettrodotto tra l’Isola d’Elba e la Toscana, per cui la società guidata da Stefano Donnarumma ha investito circa 90 milioni di euro, consentirà la realizzazione di un’infrastruttura strategica che porterà a raddoppiare le linee di connessione tra il sistema elettrico nazionale e la rete dell’isola d’Elba. Il nuovo elettrodotto, infatti, contribuirà a migliorare la qualità dell’infrastruttura locale, garantendo importanti benefici in termini di sicurezza, affidabilità e sostenibilità dell’intera isola, caratterizzata da elevati consumi elettrici nel periodo estivo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Secondo la ricostruzione degli inquirenti c'era una vera e propria struttura organizzativa per rilasciare permessi anche contro la legge
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Attualità