Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:54 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I capocannonieri della storia degli Europei - Il primato di CR7 e la classifica dei migliori marcatori azzurri

Cronaca mercoledì 31 maggio 2023 ore 18:10

Aggredisce personale della nave e carabinieri

Foto di repertorio

Una 23enne in evidente stato di alterazione ha dato in escandescenza sulla nave e in seguito anche in un bar del porto



PORTOFERRAIO — Una 23enne di origini etiopi è accusata di diversi danneggiamenti, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

La giovane, dopo essersi imbarcata a Piombino su un traghetto direttoalll'Elba, durante la navigazione, in stato di particolare agitazione, ha iniziato ad inveire contro i passeggeri per poi aggredire anche il personale di bordo intervenuto in difesa di questi ultimi. 

La 23enne avrebbe anche tentato di colpire con una sedia i camerieri del bar della nave e altro personale, scagliandosi poi contro una vetrina espositiva di generi alimentari e scaraventandola a terra assieme ad alcuni strumenti da lavoro.

Dopo lo sbarco a Portoferraio, ancora in evidente stato di alterazione, la ragazza avrebbe continuato ad avere il comportamento aggressivo e molesto anche in un bar nei pressi del porto. 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale Stazione, allertati dalle persone presenti sul traghetto e dai clienti del bar.

Alla richiesta dei documenti da parte di uno dei militari, la 23enne, che già lo scorso 13 Maggio aveva avuto lo stesso comportamento, ha aggredito violentemente uno dei carabinieri che ha riportato lievi ferite giudicate guaribili in 10 giorni.

Dopo essere riusciti a bloccarla, i militari hanno accompagnato la 23enne in caserma e l’hanno dichiarata in arresto per lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, e, visto lo stato di alterazione in cui si trovava, è stato necessario anche l’intervento di personale sanitario del 118 affinché la donna fosse sedata e condotta in ospedale per specifiche cure.

Dopo le dimissionini dall'ospedale elbano, su disposizione della Procura della Repubblica di Livorno, i carabinieri hanno trasferito la ragazza presso la sua abitazione di Piombino aglonarresti domiciliari. 

Nel corso di successiva udienza, il Giudice del Tribunale di Livorno ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno