Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Sport mercoledì 12 maggio 2021 ore 15:00

Tre ciclisti elbani alla sfida dell'Everesting

Marco Reina, Giorgio Diversi e Leonardo Mangino

Coprire 8.848 metri di dislivello in bici in un giorno, la stessa altezza dell'Everest: è la sfida di Marco Reina, Giorgio Diversi e Leonardo Mangino



PORTOFERRAIO — Percorrere per 75 volte nello stesso giorno la salita del Capannone, sulla provinciale Portoferraio-Procchio, coprendo la fatidica cifra di 8848 metri di dislivello (l’altezza dell’Everest, appunto) per essere iscritti nella “hall of fame” di Everesting. 

E' questa la sfida di tre ciclisti elbani componenti della squadra Elba Bike, che tenteranno l’impresa nella giornata di domani giovedì 13 Maggio 2021. Protagonisti dell’impresa, che inizierà prestissimo, intorno alle 3 del mattino, per concludersi a notte fonda, sono Marco Reina, Giorgio Diversi e Leonardo Mangino, che saranno coordinati e assistiti dal loro compagno di squadra Paolo Rosa.

Everesting una sfida in cui un ciclista è chiamato a scegliere una salita, quella che preferisce, e la percorre ripetutamente fino a aggiungere gli 8,848m di salita. L’impresa va compiuta in una sola volta, sempre sulla stessa strada. Una sfida fisica ma soprattutto mentale che richiede dedizione, concentrazione, allenamento e perseveranza.

Fino anche solo a un anno fa questa sfida era considerata di nicchia persino per chi si occupava di ciclismo. Negli ultimi mesi, però, probabilmente per l’assenza di gare ciclistiche, l’Everesting ha avuto una notevole diffusione. 

I ragazzi di Enrico Lenzi e Monica Maltinti, nonostante gli impegni professionali e familiari – e per qualcuno come Giorgio Diversi anche un’età non proprio verdissima - si sono adeguatamente preparati: nelle scorse settimane hanno provato consuccesso la mezza distanza, ed ora sono pronti per tentare ufficialmente l’impresa, che dovrà essere rigorosamente documentata attraverso la traccia Gps di una delle app più utilizzate dai ciclisti per ottenere i crismi dell’ufficialità. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per evitare l'attesa due pazienti sono stati trasferiti contemporaneamente all'ospedale di Livorno con l'elisoccorso intorno alle 19,30
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

CORONAVIRUS

STOP DEGRADO