Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PORTOFERRAIO21°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»

Attualità mercoledì 22 novembre 2023 ore 12:58

Affettività e sessualità a scuola, il progetto

Foto di repertorio

L’iniziativa è organizzata dal Consultorio di Portoferraio e dall'Educazione e promozione alla salute della Azienda Usl Nord Ovest area sud



PORTOFERRAIO — Quasi 500 tra bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado dell’Isola d’Elba parteciperanno, assieme ai loro insegnanti, a un progetto sulle tematiche dell'affettività e della sessualità. L’iniziativa è organizzata dal Consultorio di Portoferraio e dall'Educazione e promozione alla salute della Azienda Usl Nord Ovest area sud.

“La gestione dell'affettività e della sessualità sono tematiche che in questi giorni stanno riempiendo le pagine delle cronache nazionali – ha ricordato Luigi Franchini, direttore dell'Educazione e promozione alla salute della Azienda Usl Nord Ovest area sud - a dimostrazione di quanto sia sempre più necessario parlare con i ragazzi a aiutarli a sviluppare atteggiamenti maturi e consapevoli. Gli obiettivi di questo progetto superano il concetto di semplice educazione sessuale e si dispongono all’interno di un vero e proprio percorso di crescita individuale con presa di coscienza di dinamiche esistenziali come l’identità di genere, l’autostima, l’educazione, il valore della sessualità e la nascita della vita".

Tre sono gli istituti comprensivi interessati che coprono tutti i Comuni elbani: Pertini di Portoferraio, Carducci di Porto Azzurro che gestisce i plessi anche di Capoliveri e Rio, Giusti di Campo nell'Elba che gestisce i plessi anche di Marciana e Marciana Marina.

“Il percorso con approcci ovviamente differenziati per gli oltre 150 bambini delle classi V della primaria e i circa 300 ragazzi delle III della secondaria di primo grado – hanno spiegato Maria Antonietta Ienco, responsabile del Consultorio di Portoferraio e Rita Ferrini, referente per l'Elba dell'Educazione e promozione alla salute della Azienda Usl Nord Ovest – mira ad aumentare la consapevolezza dell’unicità della propria persona e la conoscenza di sé nella sfera emotiva e nella dimensione della affettività e della sessualità. La metodologia e gli strumenti scelti dai professionisti si adattano volta volta ai diversi gruppi seguendo il metodo delle cosiddette Life Skills che mette la persona al centro del processo di apprendimento e allenamento grazie ad un percorso interattivo, esperienziale e multi-sensoriale. In questo contesto anche i bambini vengono stimolati a partecipare al percorso attraverso l'azione attiva, che può prevedere lavori individuali o lavori in piccoli gruppi come disegni, cartelloni, momenti di confronto. Gli interventi in classe vengono tenuti da professionisti qualificati e aggiornati, che da tempo e con strumenti validati lavorano con singoli o gruppi nel rispetto del loro pensiero e del loro spazio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno