Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:23 METEO:PORTOFERRAIO11°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, sparatoria in una scuola a Kazan: gli spari e gli studenti in fuga dalla finestre

Attualità domenica 19 aprile 2020 ore 19:19

Mascherine nelle farmacie e al supermercato

mascherine
Foto di repertorio

Il kit di cinque mascherine a persona si potrà ritirare nelle farmacie. A Portoferraio lo si potrà ritirare anche in due supermercati



PORTOFERRAIO — Parte domani, lunedì 20 aprile, con la consegna delle mascherine alla popolazione attraverso le farmacie ed i supermercati, la seconda fase della campagna di prevenzione pubblica voluta dalla Regione Toscana.

Attraverso le farmacie convenzionate, pubbliche e private, sarà consegnata una confezione da cinque mascherine a ogni cittadino di età superiore a sei anni, per un numero complessivo di trenta mascherine al mese, dietro presentazione della tessera sanitaria o del proprio codice fiscale.  Sarà inoltre possibile andare a ritirare le mascherine anche con più tessere sanitarie (ad esempio per i familiari o per anziani e persone con difficoltà motorie) per evitare assembramenti.

Saranno gli operatori dell'Asl Toscana nord ovest, dell’Azienda Ospedaliera Pisana e dell’Estar, insieme alle associazioni di volontariato, che agli ingressi dei supermercati, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 16, consegneranno un kit di 5 mascherine e daranno utili informazioni sul loro utilizzo.

All'Elba le mascherine si potranno ritirare quindi nelle farmacie dei sette Comuni.  La consegna inoltre sarà attiva in due supermercati: il Conad in località Antiche Saline a Portoferraio a cui si aggiunge anche il supermercato Coop di Viale Teseo Tesei, sempre a Portoferraio, come ci segnala l'Anpas Zona Elba.

L’iniziativa, come spiega l'Asl Toscana nord ovest in una nota, avrà una durata di circa due settimane e vede impegnati circa 150 dipendenti dell’Asl Toscana nord ovest, Estar e Aoup oltre ai volontari di Anpas, Croce Rossa Italiana e Misericordie. 

"Si ricorda - precisano dall'Asl-  che non sarà necessario recarsi già da lunedì ai punti di consegna vista la durata dell’iniziativa e che è fondamentale, anche in questa circostanza, rispettare le disposizioni di igiene e salute pubblica e quindi evitare assembramenti rispettando la giusta distanza".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

CORONAVIRUS