QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°13° 
Domani 12°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 23 febbraio 2020

Politica lunedì 27 gennaio 2020 ore 16:43

Proposta cittadinanza onoraria per Liliana Segre

Liliana Segre

La proposta della cittadinanza è stata avanzata dalla presidente del Consiglio comunale di Portoferraio in occasione del Giorno della Memoria



PORTOFERRAIO — L'amministrazione comunale di Portoferraio rende noto che in occasione della Giornata della Memoria la consigliera di maggioranza del Comune di Portoferraio e presidente del Consiglio comunale Delia Scotto, porta all'approvazione del Consiglio stesso la proposta di delibera, avente per oggetto "Solidarietà e conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre".

La Senatrice Segre, superstite dei campi di sterminio e tenace testimone della Shoah, ci esorta a far memoria delle tristi pagine di storia ed al tempo stesso ci invita a divenire noi stessi testimoni:L'indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l'apatia morale di chi si volta dall'altra parte: succede anche oggi verso il razzismo e altri orrori del mondo. La memoria vale proprio come vaccino contro l'indifferenza".

Qui di seguito il testo della mozione.

"La sottoscritta Scotto Delia, Consigliere del gruppo di maggioranza “Cosmopoli Rinasce” del comune di Portoferraio, porta all’approvazione del Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione avente per oggetto “Solidarietà e conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre”

Il Consigliere del Consiglio Comunale di Portoferraio Scotto Delia

- Premesso che, come cita la Costituzione Italiana - Art.3 : Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese" e che la Senatrice Segre si è sempre spesa in prima persona nel testimoniare ciò che furono le Leggi Razziali del 1938 ( la prima firmata il 5 Settembre da re Vittorio Emanuele III proprio in Toscana a San Rossore) e la Shoah, fino a far approvare in Parlamento la mozione 136 da Lei proposta e che istituisce una commissione monocamerale di controllo con il compito di combattere razzismo, antisemitismo ed ogni forma di istigazione all’odio;

- ricordato che la stessa Segre, al momento della sua nomina a senatrice a vita, disse espressamente “ Il Presidente della Repubblica ha voluto onorare, attraverso la mia persona …la memoria di tanti altri…sento dunque su di me... la grave responsabilità di tentare almeno, pur con tutti i miei limiti, di portare nel Senato della Repubblica delle voci ormai lontane che rischiano di perdersi nell’oblio. Le voci di quelle migliaia di Italiani appartenenti alla piccola minoranza ebraica che nel 1938 subirono l’umiliazione di essere degradati dalla Patria che amavano e che furono espulsi dalle scuole, dalle professioni, dalla società dei cittadini di serie A” e che la città di Portoferraio sin dal 1600 ha accolto ed ospitato parte di “questa piccola minoranza” che qui ha avuto anche un cimitero dedicato (dietro la spiaggia Le Ghiaie) custodendone le tradizioni e la cultura fino all’avvento delle suddette Leggi Razziali del 1938 che costrinsero le ultime famiglie ebraiche a fuggire da Portoferraio per non farvi più ritorno;

- considerato che la Senatrice Segre per il suo impegno sociale ed istituzionale riceve quotidianamente minacce tanto da doverle assegnare una scorta e che l’ O.N.U. ha indicato nella data del 27 Gennaio la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime della Shoah;

- ritenuto per i motivi sopra espressi, di dover tributare a nome dell’intera comunità di Portoferraio, formale solidarietà alla Senatrice Segre mediante il conferimento della cittadinanza onoraria per il suo senso civico, l’impegno e la fondamentale attività svolta a tutela dei diritti umani;

- propone, per le motivazioni espresse in premessa, invitare il Sindaco e la giunta comunale a promuovere il conferimento della “Cittadinanza Onoraria” della Città di Portoferraio alla Senatrice Liliana Segre per il Suo alto senso civico nonché per il Suo impegno sociale ed istituzionale a favore delle minoranze e contro l’odio, e di organizzare la cerimonia di conferimento da parte del Consiglio Comunale".

Il Consigliere Comunale

Scotto Delia

Portoferraio, 23 Gennaio 2020



Tag

Covid-19: ecco cosa dice il decreto per contenerlo

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Attualità