comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°26° 
Domani 22°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 04 agosto 2020
corriere tv
Conte: «Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare»

Politica domenica 12 luglio 2020 ore 18:00

Camera iperbarica non ancora attiva, ecco perché

La nuova camera iperbarica dell'Ospedale di Portoferraio

Sub con problemi di decompressione trasferito fuori Elba. Il direttore dell'Ospedale spiega perché la camera iperbarica non è ancora attiva



PORTOFERRAIO — Nei giorni scorsi abbiamo dato notizia dell'inaugurazione del nuovo Pronto soccorso dell'Ospedale elbano al cui interno è presente anche la nuova camera iperbarica. Questa mattina però su Facebook Vincenzo Fornino, consigliere comunale di minoranza del gruppo Meloni Sindaco nel Comune di Portoferraio, militante della Lega-Salvini Premier e delegato per il territorio di Portoferraio, ha pubblicato un post in cui dichiara che nella tarda serata di ieri una persona, dopo aver fatto delle immersioni, ha accusato dei problemi di decompressione e necessitava della terapia nella camera iperbarica. La persona sarebbe stata trasferita con l'elisoccorso fuori Elba perché la nuova camera iperbarica dell'ospedale di Portoferraio non era attiva. Nel post di Fornino, in cui vengono attaccati politicamente quelli che definisce “i nostri governanti attuali che in piena campagna elettorale per la Regione si sono fatti belli davanti ai nostri cittadini”, inoltre si dichiara che la camera iperbarica non è funzionante perché mancherebbe l'anestesista responsabile..

Data l'importanza di tale servizio su un'isola come l'Elba, in piena stagione turistica dove sono migliaia le immersioni che vengono fatte in mare, abbiamo chiesto chiarimenti sul funzionamento della nuova camera iperbarica al dottor Bruno Marina Graziano, direttore dell'Ospedale di Portoferraio, che ci ha comunque confermato di essere lui attualmente il responsabile anche del servizio della camera iperbarica, in quanto anestesista.

“La nuova camera iperbarica è perfettamente funzionante per essere usata – ci ha detto Graziano – ma il servizio ancora non è partito perché manca la certificazione dell'Inail di Livorno, che a causa del Covid, ha sospeso alcune attività per un certo periodo di tempo. Tale certificazione, insieme a quella dei vigili del fuoco, consente di avere l'omologazione del macchinario per garantire la sicurezza delle persone che devono operare all'interno e dei pazienti. Senza questa certificazione non è assolutamente possibile utilizzare il macchinario. Andremmo nel penale se utilizzassimo la camera iperbarica senza la certificazione Inail”.

“Attendiamo il sopralluogo dell'Inail e quindi la certificazione per la prossima settimana. - ha aggiunto Graziano - Dopo di questo potremo completare la parte pratica della formazione di medici e operatori che deve essere fatta all'interno della nuova camera iperbarica ma ci vorranno un paio di giorni per fare questo. In ogni caso abbiamo il personale per far funzionare il servizio”.

“Per garantire che il servizio possa continuare nel tempo a fronte di ricambi e pensionamenti - ci ha spiegato il direttore dell'ospedale elbano - stiamo formando altri tre medici, che stanno frequentando un Master a Padova e inoltre abbiamo in corso anche la formazione di nuovi tecnici ed infermieri. Su questo abbiamo iniziato a lavorare già da un anno proprio per evitare che trasferimenti o pensionamenti potessero influire sul servizio”.

Quindi non appena ci sarà la validazione dell'Inail verrà in breve tempo completata la formazione pratica degli operatori sul macchinario e successivamente la nuova camera iperbarica potrà entrare in funzione.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica