Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:04 METEO:PORTOFERRAIO12°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Terzigno, carabiniere prende a calci un ragazzo che ha le mani alzate: rischia il trasferimento

Politica lunedì 12 giugno 2017 ore 15:40

Autonomia energetica, il M5s ci riprova in Regione

Giacomo Giannarelli

Per il consigliere regionale Giacomo Giannarelli ora non ci sono più scuse, anzi bisognerebbe seguire l'indirizzo di Giglio e Capraia



PORTOFERRAIO — Risale al 18 novembre la proposta del Movimento 5 Stelle per l'aggiornamento del Piano Energetico regionale con un indirizzo chiaro sull’autonomia 100% da fonti rinnovabili per il nostro arcipelago. Una proposta che non era garbata né al Pd né alla Lega Nord che l'hanno bocciata giudicandola inattuabile. 

"Solo tre mesi dopo - fa presente il movimento - il Governo si è svegliato dal torpore sull’applicazione della Direttiva UE 28/2009 e ha emanato un decreto dove individua intanto Capraia e Giglio come isole per le quali attivare interventi sostanziali di supporto dell’offerta energetica da fonti rinnovabili". 

Entro il 31 dicembre 2020, dunque Capraia e Giglio dovranno prendere la strada dei pannelli solari, dei fotovoltaici e di qualsiasi altra fonte rinnovabile disponibile localmente da mettere in rete.

"Dopo questo le scuse del Pd sono finite e resta solo la scelta politica: noi vogliamo portare la Toscana, e in questo caso specifico il suo arcipelago, ad un obiettivo di civiltà, loro vogliono ancora tenerla all’età del fossile?” così Giacomo Giannarelli, consigliere regionale M5S, nel presentare l’atto a sua prima firma, al voto nel consiglio regionale di domani.

“Sull’arcipelago basta un impegno concreto che chiediamo all’aula: - si legge nella nota - estendere queste buone pratiche previste dal decreto ministeriale per Capraia e Giglio anche al resto dell’arcipelago. Un piano serio può raggiungere l’obiettivo cruciale dell’autonomia energetica entro il 2030. Noi abbiamo la serietà e le mani libere per esigerlo. Chissà se questa volta Partito Democratico, Rossi e il resto del consiglio regionale avranno modo di premere il pulsante giusto e approvare un atto doveroso oggi più che mai".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo le recenti vicende che mettono a rischio le compagnie del gruppo Onorato è lo stesso armatore ad intervenire per spiegare cosa sta accadendo
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport