QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°22° 
Domani 20°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 22 ottobre 2019

Attualità sabato 23 luglio 2016 ore 11:39

Allarme della Cgil, mancano infermieri e Oss

il comparto Funzione Pubblica della Cgil lancia l'allarme sulla carenza di organico negli ospedali dell'Asl Nord Ovest e programma un volantinaggio



PORTOFERRAIO — "Siamo al collasso, i servizi della Usl AreaVasta Nord Ovest non possono reggere più a lungo". E' l'allarme lanciato dalla Fp-Cgil sullo stato del personale negli ospedali della provincia livornese.

"Il continuo definanziamento del sistema costringe i servizi a operare sotto organico. Il sistema si sta reggendo sulle spalle del personale socio sanitario e tecnico con riposi non fatti, accumulo di migliaia di giornate di ferie non godute, in violazione delle norme che impongono un intervallo minimo fra un turno e l'altro di 11 ore. 

Nelle ex aziende che compongono l'usl Nord Ovest delle province di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno nei periodi estivi vi è un aumento medio di accessi del 40% dovuto ai flussi turistici con un doppio effetto, si ingolfano sia i pronto soccorso che le medicine, mentre si accorpano specialistiche per recuperare forza lavoro. 

Il risultato è un caos organizzativo, un pessimo servizio e uno sfruttamento del lavoro non più sostenibile, se fino ad oggi si è tenuto grazie alla volontà dei lavoratori ora non siamo più in grado di garantire questi livelli d’assistenza se non diamo corso a nuove assunzioni". 

Anche la situazione elbana, secondo il sindacato, è deficitaria: mancherebbero infatti 5 infermieri e 5 operatori socio sanitari per avere un organico completo e capace di reggere il flusso di accessi dovuti alla grande presenza di turisti sull'isola.

"Il piano che ha presentato l'Azienda - continua il sindacato - non solo è insufficiente, perché non potenzia i servizi, ma riassorbe solo parzialmente il turn-over che in Sanità non è strozzato dal blocco del pubblico impiego, ma questa opportunità è paradossalmente inesigibile. Perché hanno fatto scadere tutte le graduatorie senza che Estar (l'ente regionale preposto a farle) abbia saputo programmare e fare in tempi utili i nuovi concorsi: risultato è che si potrebbe assumere alcune centinaia di professionisti ma non si sa da dove. 

Per informare della situazione è in programma il prossimo lunedì 25 luglio un volantinaggio in tutti i presidi ospedalieri dell'Asl Nord Ovest.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità