Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO20°33°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità venerdì 06 maggio 2022 ore 10:30

Nuovo farmaco per curare l'artrite psoriasica

Riccardo Cecchetti

Anche di questo si è parlato al convegno nazionale di reumatologia in corso a Pisa, organizzato dal presidente Sir, dottor Riccardo Cecchetti



PISA —  Chi soffre di artrite psoriasica avrà un’opportunità terapeutica in più, grazie ad un nuovo farmaco approvato recentemente dall’AIFA. Anche di questo si parlerà al congresso Ponterauma 2022 che si sta svolgendo in questi giorni a Pisa.


“Convivere con l’artrite psoriasica non è semplice – afferma Riccardo Cecchetti, presidente della SIR (Società Italiana di Reumatologia) Toscana, primario del reparto fi Medicina dell'ospedale di Portoferraio e organizzatore del congresso - perché è una patologia che può essere debilitante e spesso provoca depressione e isolamento. Questa nuova terapia orale è in grado di liberare i pazienti dai sintomi più invalidanti”.

“L’artrite psoriasica – continua il clinico - è una patologia infiammatoria cronica che coinvolge non solo la cute e le unghie, ma anche i tendini e le articolazioni e si manifesta in un paziente con psoriasi su tre, si stima che in Italia siano oltre 300.000 le persone affette da questa malattia, spesso difficile da diagnosticare e che con il passare del tempo incide negativamente sulla qualità della vita del paziente. Per questo la multidisciplinarietà, che coinvolge dermatologi e reumatologi, è la strada vincente per una corretta gestione della malattia”.

“Il Tofacitinib è il primo farmaco orale anti-JAK ora disponibile in Italia per il trattamento dell'artrite psoriasica in associazione al metotrexato, nei pazienti che non hanno risposto o non hanno tollerato un precedente farmaco di fondo”.


"Dal punto di vista clinico – chiude Cecchetti - i risultati sono buoni. Nei pazienti trattati con il Tofacitinib rileviamo un miglioramento dell'infiammazione articolare, una riduzione del numero di articolazioni gonfie e dolenti e soprattutto una notevole riduzione del dolore. Infatti, i pazienti riferiscono un benessere rapido già dopo le prime settimane di somministrazione. Tofacitinib è un farmaco diverso rispetto a quelli fino ad oggi approvati e rappresenta una opportunità in più per i pazienti di raggiungere una remissione dei sintomi articolari”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Purtroppo è stato inutile ogni tentativo di rianimazione effettuato dai soccorsi intervenuti nella notte nella sua abitazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Politica