QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°23° 
Domani 21°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 21 settembre 2019

Attualità martedì 11 giugno 2013 ore 15:45

Pianosa verso un nuovo futuro



CAMPO NELL'ELBA - Il futuro di Pianosa sembra cambiare rotta. Grazie ad un protocollo firmato da Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Comune di Campo nell’Elba, e naturalmente Ministero della Giustizia si profila come imminente la realizzazione del progetto che vedrebbe l’inserimento sull’isola di circa 40 detenuti in regime di semilibertà da impiegare nell’attività di recupero delle strutture dell’isola con scopo di successivo reinserimento sociale. Da questa decisione deriverebbe la riapertura parziale della struttura carceraria ed una riattivazione di tutta una serie di servizi e attività legate alla stessa vita carceraria. La notizia è rimbalzata su tutti i giornali e sono molte le posizioni assunte all’Isola d’Elba e fuori da qui, sul tema che, peraltro, dovrà essere discusso nei dai soggetti coinvolti, nei prossimi giorni. La Regione intanto si è pronunciata. Il presidente Enrico Rossi ha fatto sapere che “Sulla riapertura del carcere nell’isola di Pianosa la Regione ha una posizione collaborativa purché l’isola rimanga turisticamente accessibile e si intervenga per ridurre la pressione carceraria sulle altre strutture presenti in Toscana”. “Nella nostra regione – ha detto Rossi – ci sono oggi circa 4.200 detenuti contro una capienza massima delle strutture carcerarie di 3.200. Il 30% di sovraffollamento è francamente eccessivo. Mi piacerebbe molto poter costruire con il governo un rapporto tale in grado di risolvere in modo strutturale il problema del sovraffollamento delle nostre carceri”. E Anche dal parlamento europeo giungono posizioni positive rispetto a questa possibilità «Bene ipotesi riapertura Pianosa, ha detto Claudio Morganti, europarlamentare indipendente - ma è necessario rivalutare tutta l’Isola come meta futura per il turismo». Intanto sui blog locali si susseguono commenti che per lo più vedono positivamente questa sorta di “riapertura alla vita” continua e non saltuaria, legata alla stagionalità turistica, per l’isola di Pianosa. Anche se una voce fra le altre si fa sentire ed è quella di Cecilia Pacini, elbana, membro dell’associazione Amici di Pianosa. I prolemi di Pianosa secondo Pacini sono tanti, una qual certa vita comunque è ripresa sull’isola, con il collegamento di linea tutto l’anno, le guide ambientali e altre attività, ma resta il problema dell’abbandono delle strutture e della difficoltà di ripartire da subito e nel suo lungo messaggio alla stampa conclude “ La targa sulla via "principale", all'arrivo dei traghetti e del battello, e' perfino schigliata, altre sono sepolte sotto mazzi di fili elettrici che penzolano. Potere del vento, potere dei capperi, che fanno, per ora, da padroni sull'isola, mentre i nostri politici giocano ai dadi.


Tag

La moral suasion di Giorgia Meloni alla platea di Atreju per evitare i fischi a Conte

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Sport