Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:40 METEO:PORTOFERRAIO18°31°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 19 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il ponte della vergogna: flop della logistica americana
Gaza, il ponte della vergogna: flop della logistica americana

Attualità venerdì 25 maggio 2018 ore 09:20

​"Non fare come me", scritti dal carcere

Un progetto scolastico del "Foresi" diventa libro, e gli autori sono i detenuti della sezione carceraria del liceo scientifico



PORTO AZZURRO — "Non fare come me" (Marco Del Bucchia editore) raccoglie gli scritti di detenuti della sezione carceraria del liceo scientifico. Sotto la guida dei docenti Mariateresa Lisco e Nunzio Marotti, 17 studenti hanno riflettuto su importanti argomenti, producendo ventuno testi.

"L'idea del progetto – spiegano i professori Lisco e Marotti – è nata nella classe 2 sez.E. Nell'anno precedente, gli studenti avevano partecipato ad un Concorso nazionale del Ministero dell'istruzione e dell'Associazione Biblia, ottenendo il primo posto assoluto per la categoria scuole secondarie di secondo grado. Così, quest'anno hanno dato il via al progetto 'Comunicazione e prevenzione', il cui intento è di comunicare esperienze, sbagli, vissuti nella speranza che errori analoghi non siano commessi da chi è più giovane e si affaccia alla vita. Uno dei modi per restituire qualcosa alla società".

Agli scritti dei detenuti, si aggiungono prefazione e postfazione dei due docenti e l'importante nota introduttiva di Manrico Murzi. Murzi è nato a Marciana Marina ed è una eccellenza elbana, scrittore e giornalista, autore di numerose pubblicazioni. Si consolida, quindi, il suo legame con il "Foresi", che a settembre scorso lo aveva invitato a tenere la prolusione, per l'inizio dell'anno scolastico, nell'aula magna della sede del Grigolo. E in quell'occasione, il “poeta giramondo”, chiamato così per i suoi molti viaggi in tanti Paesi del pianeta, aveva parlato di “poesia come libertà”.

E in questo solco ha subito aderito, con entusiasmo, alla proposta di introdurre questi scritti dal carcere.

Con la collaborazione di alcune realtà del territorio, che verranno successivamente ringraziate, il libro verrà distribuito alle classi e diventerà oggetto di riflessione e confronto.

E proprio nel pomeriggio di oggi, venerdì 25 maggio, il volume viene presentato nella Casa di reclusione di Porto Azzurro, alla presenza degli scrittori e di tutti gli studenti che frequentano i corsi del liceo e dell'agrario. Seguiranno altre iniziative.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I cittadini presenti nella zona sono subito intervenuti per paura che l'incendio di estendesse. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri forestali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità