Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:45 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La prima luna piena di aprile è la luna rosa: le immagini suggestive

Attualità sabato 18 febbraio 2017 ore 15:30

Nuova accelerata sull'ecomostro

In fase di ultimazione i lavori di regimentazione idraulica del fosso di Procchio. Bulgaresi: "Ora dritti sulla rimozione dei detriti"



MARCIANA — Procchio si presenterà nuova e più sicura per la stagione estiva. Sono questi i propositi dell'amministrazione Bulgaresi per la frazione balneare oggetto di un intervento massiccio nei prossimi mesi.

Sono infatti in via di conclusione i lavori di regimentazione idraulica del fosso che sfocia sulla spiaggia. Si tratta del primo stralcio dell'intervento complessivo che ruota intorno all'ecomostro, passo necessario per rendere tutta l'area dove era stato edificato il centro servizi di nuovo sicura e utilizzabile.

"Siamo molto contenti - spiega la sindaca Bulgaresi - che i lavori stiano procedendo a ritmi spediti e siano in fase di ultimazione. Questo passaggio è fondamentale per due obiettivi: l'area del centro servizi e la spiaggia".

Sulla spiaggia del litorale verrà infatti attuato il progetto Procchio Accessibile che vedrà la realizzazione di una passerella di accesso per disabili dalla piazza al mare.

Il punto focale della riqualificazione passa però inevitabilmente per ciò che resta dell'ecomostro e su questo aspetto la sindaca vuole accelerare i tempi per non ripetere una nuova stagione con le macerie a segnare il paesaggio: "Ai primi di marzo avremo una riunione sul posto con il Genio Civile per concordare l'intervento. Le macerie non dovranno essere macinate sul posto ma potranno essere portate via e questo ci permetterà di fare più in fretta".

Sul lato amministrativo la vicenda è ferma dopo l'impugnazione da parte dell'impresa Giusti srl, tutt'ora titolare dei diritti edificatori, dell'ordinanza di sgombero delle macerie. I legali del privato contestano il mancato rispetto dell'accordo che Comune e Regione hanno firmato nel 2013 e lamentano la mancata sostenibilità del progetto con le nuove volumetrie approvate dal Comune.

Se la vicenda è quindi lungi dall'esser conclusa legalmente, l'intenzione dell'amministrazione è quella di procedere d'autorità per eliminare lo scempio paesaggistico che da anni caratterizza la frazione: "Non possiamo permetterci un'altra estate così - conclude Bulgaresi - adesso che il primo intervento sul fosso è in fase di rifinitura abbiamo le energie per occuparci del centro servizi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono sette le ragazze che hanno superato la prima preselezione del concorso che si è svolta a Porto Azzurro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità