QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 23°25° 
Domani 21°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 21 settembre 2019

Cronaca mercoledì 18 maggio 2016 ore 15:34

Processo Ciumei, ascoltati i primi testimoni

Si è tenuta questa mattina l'udienza del processo in cui è imputato il sindaco di Marciana Marina, potrebbero cambiare i capi d'accusa



MARCIANA MARINA — E' cominciato questa mattina nel tribunale di Livorno il vaglio dei testimoni nel processo "Porto di Marciana Marina" che vede fra gli imputati lo stesso sindaco Andrea Ciumei.

Al banco dei testimoni, in quella che si prospetta una lunga battaglia legale, sono andati l'ufficiale della Guardia di Finanza che ha condotto le indagini e Umberto Mazzantini, esponente di spicco dell'associazione ambientalista Legambiente. Nelle tre ore di dibattimento davanti al giudice giudice Maria Giuliana Civinini non sono emersi elementi nuovi rispetto a quelli contenuti nelle ordinanze di rinvio a giudizio recapitate ai cinque imputati per la vicenda della gestione del porto turistico (insieme al sindaco, anche il fratello Stefano, Gianfranco Linari e Giulio Schenone della società Portofino srl che partecipò e vinse la gara per la gestione del porto in un Ati con Circolo della Vela e Società Eventi, e l'architetto Bruno Grasso). 

Furono invece stralciate al tempo dell'udienza preliminare le posizioni degli avvocati Cristiano Pasquale e Luciano Gallo e Guido Citti, all’epoca dei fatti assessore alla portualità del Comune di Marciana Marina. E proprio la diversa composizione degli imputati potrebbe, secondo l'avvocato difensore Cesarina Barghini, portare alla riformulazione di alcuni dei capi d'accusa, che al momento sono quelli formulati dal gup Antonio Pirato, e sostenuti in dibattimento dal pm Coltellacci, di turbativa d'asta e abuso d'ufficio.

"Da queste prime testimonianza sta già emergendo l'infondatezza delle accuse - commenta a caldo la Barghini - si stanno chiarendo molti aspetti tra i quali i capi d'imputazione che sono gli stessi dell'udienza preliminare nonostante alcuni soggetti siano stati assolti. Questo crea un problema interpretativo e si potrebbe andare verso una rimodulazione dei capi d'accusa dato che cambiano anche le circostanze alla base delle condotte contestate".

Nella prossima udienza messa a calendario per il prossimo 22 giugno si procederà quindi alla riformulazione delle accuse prima di poter riprendere l'audizione dei testimoni, una lista che al momento vede iscritti una trentina di soggetti e che probabilmente verrà accorciata nelle prossime udienze.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Conte arriva ad Atreju con il figlio: «Sono anche un papà ed è il mio turno... dove lo lascio?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Politica