Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PORTOFERRAIO11°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità giovedì 03 marzo 2022 ore 08:00

Sala Questura intitolata all'elbano Bontempelli

La cerimonia si è svolta ieri a Livorno in occasione della riapertura al pubblico degli uffici. Presenti Questore, Prefetto, Provveditote e famiglia



LIVORNO — Si è tenuta nella mattina di ieri, mercoledì 2 marzo, presso la sede della Questura di Livorno, la cerimonia di intitolazione della sala riunioni alla memoria del brigadiere del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza Edmondo Bontempelli, cittadino di Marina di Campo, che perse la vita nel novembre del 1943. 

Lo fa sapere la famiglia di Bontempelli attraverso una nota.

Il brigadiere, fuori servizio, si trovava con molte persone in fila all'ingresso di un negozio di Tabacchi di via Garibaldi nella cittadina livornese in attesa di acquistare del tabacco che, come noto, durante la Seconda guerra mondiale, era soggetto a razionamento. 

Assistendo ai disordini causati da un milite della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale armato di moschetto, che con prepotenza intimidiva i presenti per evitare di dover rispettare il proprio turno, il brigadiere Edmondo Bontempelli cercò di ristabilire l’ordine, ma morì a causa di un colpo esploso contro di lui dal soldato. Questo atto costituisce uno straordinario esempio di virtù civiche ed esprime un senso del dovere così alto da giungere all’estremo sacrificio.

La cerimonia ha avuto inizio nel piazzale antistante la porta principale della Questura di Livorno che è stata riaperta dopo alcuni lavori di restauro reso possibile anche grazie all'opera degli studenti dell’Istituto “Colombo” che hanno realizzato il bassorilievo. 

Nel suo intervento il Questore di Livorno Roberto Massucci ha insistito sull'importanza della collaborazione con tutte le amministrazioni, comprese le istituzioni scolastiche. Alla cerimonia che è stata l'occasione per testimoniare la riapertura degli Uffici delle forze dell'ordine al cittadino, erano presenti anche il Prefetto Paolo D'Attilio ed il Provveditore agli studi di Livorno nonché i nipoti del brigadiere Edmondo Bontempelli. Dopo l’apertura simbolica della porta principale della Questura, davanti alla Sala in cui si svolgono le riunioni operative e la seguente benedizione, è stata scoperta la targa dedicata alla memoria di Edmondo Bontempelli. Questo momento è stato preceduto dal discorso di Alessia Cespuglio che ha ricordato la vicenda da lei ricostruita nell’opera teatrale “Fango rosso”.

Il tutto in base al Decreto del Capo della Polizia


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A distanza di pochi giorni un altro traghetto di Toremar si ferma per un guasto. Dopo parte della giornata a Piombino poi è ripartito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Cronaca

Cronaca

Monitor Traghetti