Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Cronaca lunedì 23 giugno 2014 ore 10:08

L'Europa per "Montecristo 2010"

Una veduta dell'isola di Montecristo

Il progetto del Parco Nazionale fra i sei finalisti selezionati dalla Commissione Europea



ARCIPELAGO TOSCANO — E' stato selezionato fra i sei finalisti del "Natura 2000 Awars 2014" un progetto del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. 

La Commissione Europea su 163 progetti provenienti da tutta Europa, ha selezionato i primi 22 più interessanti invitati a partecipare alla cerimonia finale che si è tenuta a Bruxelles nel mese di maggio e di questi il Progetto del Pnat è rientrato fra i sei selezionati per la categoria “Conservation”

Si tratta del progetto "Montecristo 2010" unico progetto italiano, selezionato dalla Commissione Europea e volto all'eradicazione del ratto dall’Isola di Montecristo per la riproduzione e la sopravvivenza a lungo termine della berta minore (Puffinus yelkouan). 

Per la categoria è risultata vincitrice la Bulgaria, con un progetto di miglioramento della rete elettrica per salvare l'aquila imperiale.

La lotta alle specie aliene invasive sulle isole di Pianosa e Montecristo, condotte per quattro anni e mezzo dai partner del Progetto Life+ Montecristo 2010 (Corpo Forestale dello Stato- Utb di Follonica, Parco Nazionale Arcipelago Toscano, Ispra e società Nemo srl) ha dato i suoi frutti e anche quest'anno è stata confermata l’assenza di ratti dall’Isola di Montecristo. 

Il premio “Natura 2000 Awards 2014" è stato istituito dalla Commissione Europea per incoraggiare le “best practices” volte alla conservazione della natura, all’impegno nella protezione della biodiversità nei siti Natura 2000 e alla garanzia di sopravvivenza a lungo termine delle specie e degli habitat più preziosi e minacciati d'Europa. 

“Un riconoscimento importante che ripaga delle difficoltà incontrate,
ma soprattutto un significativo risultato- dice il Presidente Sammuri - se si considera che il 12% della popolazione nidificante di berta minore nel Mediterraneo sceglie di riprodursi a Montecristo e che grazie alle azioni del progetto si è passati da un successo riproduttivo praticamente nullo a ben il 95%, aumentando così le possibilità di sopravvivenza della specie, classificata come Vulnerabile nella Red list della IUCN”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura

Politica