Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PORTOFERRAIO19°36°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Brucia la collina dei Camaldoli, paura a Napoli
Brucia la collina dei Camaldoli, paura a Napoli

Attualità lunedì 14 settembre 2015 ore 18:41

Lavori a Nisporto, Tordelli smentisce Fratini

Luca Tordelli smentisce Fratini sulla lettera dell'Anticorruzione sparita e annuncia querela: "C'era lui ai lavori pubblici, ero in Umbria da mesi"



RIO ELBA — La vicenda dei lavori a Nisporto e Bagnaia si arricchisce di un nuovo capitolo che aggiunge un'altra voce narrante alla storia.

In particolare si torna a parlare della ormai famosa relazione che l'Avcp, autorità di vigilanza oggi confluita nell'Autorità nazionale anticorruzione, stilò nel 2013 sui due grandi lavori nel comune di Rio e che è stata resa pubblica da una delibera di giunta qualche settimana fa.

Una relazione che solleva seri e gravi dubbi sui procedimenti di assegnazione dei lavori di regimentazione idraulica e sulla loro esecuzione, una relazione di cui l'attuale amministrazione, secondo lo stesso sindaco De Santi, non era a conoscenza e che è stata rinvenuta solo da poco.

Il come e perchè un documento così rilevante non fosse conosciuto e conoscibile è parte dell'indagine che gli inquirenti stanno conducendo da qualche tempo in collaborazione con il Comune ma intanto, a mezzo stampa, i precedenti amministratori avevano negato ogni addebito di presunto insabbiamento.

Prima l'ex sindaco Alessi, con una lunga e articolata memoria difensiva, e in seconda battuta l'ex assessore Giovanni Fratini si erano scagliati contro chi aveva osato sollevare qualche dubbio di fronte a una circostanza tanto insolita.

In particolare Fratini, l'11 settembre, con in una lettera diffusa ai giornali, indicava come prova a discarico che la lettera era ben nota in Comune, tanto da essere trasmessa in copia all'architetto Luca Tordelli, al tempo (secondo Fratini) responsabile dell'ufficio tecnico.

Ma è lo stesso Tordelli che, una volta saputo e letto, si precipita a smentire con un post in un blog molto frequentato dagli abitanti di Rio Elba: "Chiarimenti In data odierna porto a conoscenza i cittadini del Comune di Rio nell’Elba che sono stato costretto a richiedere chiarimenti e formale scusa su quanto scritto ed affermato dal dott. Fratini Giambattista- Ex Assessore Lavori Pubblici e Responsabile Area Tecnica – nel noto quotidiano elbano Elbareport in merito a presunte omissioni di atti (lettera Autorità Vigilanza Lavori Pubblici del 11-04-2013 prot. n. 2214) che avrei sottaciuto all’Amministrazione per i lavori di messa in sicurezza del Bacino di Nisporto. 

In particolare nell’articolo l’ex Assessore afferma “…..omissis…….la relazione dell’Ing. Cresta non è stata portata a mano da qualcuno e poi nascosta in un faldone, è arrivata dalla Autorità di Vigilanza per posta certificata e registrata al protocollo del Comune in data 11-04-2013 al n. 2214; quindi trasmessa in copia agli Uffici competenti, in particolare all’Arch. Luca Tordelli Responsabile dell’Ufficio Tecnico. La stessa è stata inviata dall’AVCP anche all’allora Capo gruppo di minoranza sig. Basili Umberto. Dico cose vere o no? Se non dico il vero per favore smentiscimi. Errare humanum est!. …..omissis……..” 

Faccio presente come tale gravissima accusa è priva di fondatezza in quanto forse il dott. Fratini non ricorda che nell’aprile 2013, data di ricezione della missiva, il sottoscritto non era più in Servizio c/o il Comune dall’ormai lontano agosto del 2012 e che addirittura la Responsabilità del Servizio fosse stata direttamente a Lui affidata dalla Giunta. 

Colgo l’occasione per ringraziare i miei ex collaboratori e soprattutto tutti coloro che hanno apprezzato, in particolare i progettisti con cui ritengo aver impostato e costruito un percorso tecnicamente serio e corretto, la Mia sincerità, correttezza e pragmaticità volta sicuramente a valorizzare e creare opportunità per un territorio a Me sempre vicino e caro". 

Verificato che il Tordelli fosse effettivamente l'autore della smentita, lo abbiamo contattato al telefono: "Ma certo - conferma - ero via già da un anno, stiamo parlando di settembre 2012 ma già da giugno dello stesso anno non ero più ai lavori pubblici. Quel ramo dell'amministrazione fu affidata proprio a Fratini, non capisco perchè mi chiami in causa".

Tordelli poi aggiunge: "Su Nisporto e Bagnania già al tempo sollevai delle perplessità e inviai una relazione ma non successe nulla. La legge attribuisce responsabilità ben precise e a questo punto penso che dovrò tutelare il mio nome".

A conferma di quanto asserito si trova un atto, una delibera di giunta del 20 luglio 2012, presenti tanto Alessi quanto Fratini, che concede il "comando" temporaneo, cioè il trasferimento in Umbria, al Tordelli per motivi familiari dal 1 settembre 2012 con trattamento economico a carico della regione ricevente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri forestali hanno trovato opere eseguite e in corso senza i necessari permessi e hanno denunciato la proprietaria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport