QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°27° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 14 agosto 2018

Attualità sabato 19 settembre 2015 ore 15:35

Lambardi: "Entro lunedì la nuova giunta"

Il sindaco di Campo spiega l'allontanamento del vice sindaco e promette una nuova fase nella vita del Comune: "E' un nuovo inizio per tutti"



CAMPO NELL'ELBA — Dopo una mattina comprensibilmente impegnata, Lorenzo Lambardi parla ufficialmente per la prima volta del terremoto che ha scosso il municipio di piazza Alighieri dopo l'annuncio a sorpresa avvenuto durante il consiglio comunale di ieri sera.

Non ci pensa nemmeno a minimizzare l'accaduto ma come si diceva una volta, cavalca la tigre: "E' un nuovo inizio per tutti, da lunedì cambieremo marcia".

E il primo dato nuovo che emerge per quello che sarà il Lambardi 2.0 è proprio il termine temporale: il lavoro per ricomporre la squadra di governo e ridistribuire le deleghe è già in corso: "Ho trovato una grande disponibilità in tutto il gruppo di maggioranza, tutti pronti a rimettere in gioco le proprie deleghe per cominciare un nuovo percorso".

L'altro dato che emerge è il riferimento al gruppo di maggioranza, non si va verso un nuovo assessore esterno ma la squadra di governo verrà trovata all'interno del gruppo già presente, magari promuovendo assessore qualche consigliere finora senza deleghe. Sulla carica di vice sindaco Lambardi non si sbilancia ma circola con insistenza il nome di Eleonora Scotto di Santolo come sostituta di Galli.

E proprio su Galli e il suo improvviso allontanamento: "Sono venute meno le condizioni sia politiche che di fiducia necessarie per continuare insieme. Ovviamente non esprimo un giudizio sulla persona ma solo a livello istituzionale". Già, ma cosa è cambiato rispetto a pochi mesi fa quando Galli veniva indicato come un riferimento importante in seno alla giunta: "Sono emerse situazioni nuove, sono venuto a conoscenza di alcuni fatti che mi hanno portato a questa decisione". 

"Con Giancarlo ci siamo sentiti, ci siamo scambiati alcuni messaggi".

Allargando lo sguardo al dato politico, la rottura con la parte più conservatrice dei sostenitori potrebbe far pensare a uno spostamento a sinistra dell'amministrazione ma Lambardi rifiuta quest'interpretazione: "Non penso sia così. Ci siamo candidati come lista civica e tale rimaniamo. Io stesso al momento dell'elezione ho rimesso tutti gli incarichi dentro il partito e le persone elette in consiglio rimangono le stesse di prima".

Se si è giunti a una svolta di questa portata è logico pensare che qualcosa prima non andasse per il verso giusto: "Penso che finora non siamo stati abbastanza coesi, passavamo troppo tempo a guardarci l'ombelico invece abbiamo bisogno di agire per il bene del paese. Da lunedì avremo una squadra più compatta e con persone nuove disposte a prendersi maggiori responsabilità. C'è una grande discussione in corso con tutto il gruppo di maggioranza, insieme potremo guardare avanti".

In chiusura il sindaco commenta le dichiarazioni del consigliere di minoranza Segnini che lo ha accusato di aver trattato Galli alla stregua del peggior nemico: "Dico a Segnini di stare sereno. Durante il suo governo ha avuto le dimissioni di tutti i suoi collaboratori, non è nella posizione di dar lezioni a nessuno".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità