QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°32° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 21 agosto 2019

Cronaca mercoledì 09 maggio 2018 ore 10:43

​Ladri di auto incastrati da una birra

I carabinieri di Campo Elba

Un ragazzo e una ragazza dipendenti di un hotel della zona rubano una macchina e fanno un incidente. Lei era ricercata, è stata arrestata



CAMPO NELL'ELBA — Pensavano di farla franca un uomo e una donna che, dopo aver trascorso una serata in un bar a bere alcolici, decidevano di rubare un auto in paese per tornare in hotel. Qualcosa però non è andato nel verso giusto e durante il tragitto finiscono fuori strada, decidendo quindi di abbandonare l’auto incidentata e raggiungere diversamente la destinazione, ma lasciando all’interno del veicolo una bottiglia di birra che avevano già consumato. 

Proprio da questa bottiglia di una particolare birra giapponese partiranno le indagini condotte dei carabinieri della Stazione di Campo nell’Elba la mattina successiva, una volta informati del rinvenimento del veicolo. I militari venivano a sapere che quella tipologia di birra era stata particolarmente gradita la sera prima da una coppia di giovani, non noti in paese, che avevano trascorso la serata in un bar di Campo nell’Elba, mettendosi quindi sulle tracce di due persone che venivano poi rintracciate presso un hotel nella zona di Cavoli, dove i due avevano da poco iniziato a lavorare. I due 29enni, C.F. di origini siciliane e T.L. di origini rumene, trovati nella loro camera in possesso di altre birre di quella stessa marca, non facevano altro che ammettere le proprie responsabilità ed entrambi, oltre a dover risarcire il danno del mezzo al proprietario, sono stati anche denunciati dai carabinieri per furto aggravato in concorso. E non è finita qui. I militari dell’Arma infatti, dopo opportune verifiche, hanno scoperto che a carico della donna esiste un provvedimento di rintraccio per un cumulo di pene emesso dal Tribunale di Lecco, motivo per cui la stessa T.L. è stata poi associata dagli stessi carabinieri campesi al carcere di Pisa dovendo scontare oltre 5 mesi di reclusione per altre vicende avvenute fuori dal territorio elbano.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità