Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:44 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Amadeus e gli ascolti del Festival: «C'è la concorrenza del calcio e poi il Paese è come se vivesse una guerra»

Attualità sabato 31 ottobre 2020 ore 17:30

Aumento biglietti residenti, i sindaci contrari

traghetto fermo in porto
Traghetto (foto di repertorio)

I sindaci elbani hanno scritto al presidente della Regione Giani chiedendogli di intervenire su quello che ritengono una ingiustizia per i residenti



ISOLA D'ELBA — Nella seduta di ieri del Comitato di gestione dell'Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale è stato deciso un aumento delle tariffe dei traghetti da e per l'Elba (leggi qui l'articolo) che interesserà anche i cittadini residenti sull'isola e i lavoratori pendolari. Una decisione che però non è stata ben accolta dai sette sindaci elbani che hanno scritto al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, per chiedergli di intervenire, sottolineando sia i modi con cui la decisione è stata presa sia il fatto che per i residenti si aggiunge ai disagi di vivere su un'isola un ulteriore balzello economico.

Qui di seguito pubblichiamo la lettera integrale inviata dai sindaci elbani al presidente Giani.

"Caro Presidente,

qualche giorno fa l’Autorità Portuale ha annunciato che anche i residenti elbani pagheranno i servizi portuali. Si tratta di un balzello di 1,60 euro per un biglietto di andata e ritorno per il solo passeggero oppure di 2,80 euro in aggiunta se si decide di imbarcarsi sul traghetto con l’auto. L’Authority ha giustificato l’introduzione della tassa a seguito di una valutazione della Corte dei Conti adducendo la motivazione che, trattandosi di una tariffa che va a coprire i costi dei servizi, questa deve essere pagata da tutti gli utenti che usufruiscono di quei servizi secondo il principio del 'chi consuma paga'.

Non entriamo nel merito di eventuali sentenze o pareri che, comunque, avremmo voluto conoscere preventivamente anche per chiarire ai nostri cittadini che cosa è successo e quali sono le motivazioni di un aumento così penalizzante.

Con questa lettera sollecitiamo il suo intervento e le chiediamo di porre all’Autorità portuale di Piombino le nostre perplessità.

E’ possibile che il cittadino elbano che è già ampiamente penalizzato per il fatto di vivere su un’isola debba essere ulteriormente vessato da un balzello che pesa sul biglietto della nave?

Vi pare giusto che i pendolari, lavoratori e studenti debbano subire un aumento del biglietto? Vi pare politicamente accettabile che persone che sono costrette a viaggiare per motivi di salute, per fare la chemioterapia, perché hanno un parente ricoverato in un ospedale oltre canale debbano pagare una tassa che si va ad aggiungere ai costi del biglietto rendendo ancora più insopportabile il disagio?

Per noi quel tratto di canale rappresenta l’unica via che abbiamo per raggiungere servizi fondamentali. Non siamo turisti, si prende la nave per necessità e bisogno.

Siamo certi che non farà mancare la sua voce per dare una mano a noi Sindaci elbani e ai nostri cittadini".

Angelo Zini, sindaco di Portoferraio; Walter Montagna, sindaco di Capoliveri; Davide Montauti, sindaco di Campo nell'Elba; Gabriella Allori, sindaca di Marciana Marina; Marco Corsini, sindaco di Rio; Maurizio Papi, sindaco di Porto Azzurro; Simone Barbi, sindaco di Marciana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Cronaca

Attualità