Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:PORTOFERRAIO20°34°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Incendi nell'Oristanese, fiamme alte e gente in strada a Porto Alabe: centinaia di evacuati

Cultura mercoledì 07 gennaio 2015 ore 11:19

Infiltrazioni nell'Ipogeo, a rischio le incisioni

Una relazione del professor Garzonio dello scorso 29 settembre avverte del pericolo costituito dalle infiltrazioni di umidità nell'ipogeo di Marciana



MARCIANA MARINA — Nella complessa vicenda dell'ipogeo di Marciana Marina si apre un altro fronte: in attesa, se mai vi sarà la certezza, di capire se fosse tomba o zecca e quale delle due Soprintendenze abbia ragione, le incisioni parietali sono a rischio di forte degrado.

Lo svela una relazione datata 29 settembre e firmata dal professor Carlo Alberto Garzonio che, a seguito di numerosi sopralluoghi, rilevò come i lavori di svuotamento dei locali e il "traffico" di turisti abbiano inciso sul tasso di umidità al punto da determinare colate di acqua che mettono a repentaglio le incisioni sulle pareti.

"Le condizioni rilevate in agosto (ultimo sopralluogo effettuato, nda) - si legge nella relazione pubblicata sulla pagina aperta dell'associazione Ilva Isola d'Elba - sono sicuramente attribuibili agli interventi e al riuso dell'ipogeo eseguiti senza opportune analisi e valutazioni di impatto e aggravate...dalla forte pioggia".

"Risulta pertanto evidente la necessità di monitorare con opportune strumentazioni i parametri ambientali e di mappare in dettaglio le condizioni delle superfici lapidee al fine di individuare le corrette misure e i tempestivi provvedimenti di tutela in grado di stabilizzare le condizioni ambientali e di bloccare i processi di degrado in corso e la progressiva obliterazione dei segni e delle testimonianze delle antiche lavorazioni".

Garzonio, responsabile del Lam (Laboratorio materiali lapidei) e di geologia applicata ambientale e del paesaggio del dipartimento di Scienze della terra dell'università di Firenze ha cominciato i sopralluoghi nel 2013 ma solo nell'ultimo ha verificato come la presenza umana stia mettendo i pericolo le incisioni in quella che lui definisce "sepoltura gentilizia di epoca ellenistica".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per evitare l'attesa due pazienti sono stati trasferiti contemporaneamente all'ospedale di Livorno con l'elisoccorso intorno alle 19,30
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca