Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:PORTOFERRAIO17°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima di Valentino Rossi, si commuove per la festa e lancia il casco ai suoi tifosi

Attualità giovedì 24 agosto 2017 ore 15:00

​Il faro di Punta Polveraia arriva in Regione

Il faro prima e dopo l'intervento

 Mozione di Sì Toscana a Sinistra in Consiglio Regionale. “Verifica puntuale dei vincoli urbanistici e paesaggistici prima di autorizzare qualsiasi trasformazione”



MARCIANA — Presentata in Consiglio regionale dai consiglieri di Sì Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti una mozione sulla vicenda del faro di Punta Polveraia nel Comune di Marciana, all'Isola d'Elba. 

“Chiediamo un intervento diretto della Regione sulla vicenda del bando di Difesa Servizi Spa, la società interamente controllata dal Ministero della Difesa, che ha assegnato in concessione l’ex struttura militare per la realizzazione di un albergo di lusso, con piscina, ristorante e lounge bar. Si tratta di un bellissimo edificio dei primi del novecento, collocato in una posizione davvero unica”, affermano Tommaso Fattori e Paolo Sarti, consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra.
“Il disciplinare di gara con cui sono stati messi a bando vari fari della Marina Militare è molto chiaro sui criteri per l’assegnazione. Si parla di valorizzazione culturale e ambientale, di fruizione pubblica generale e accessibilità dei fari, di destagionalizzazione delle forme turistiche, di collaborazione con i soggetti legati al territorio e alla sua tutela. Tutti criteri importanti, soprattutto se la struttura rientra nei perimetri di un parco, come quello dell’Arcipelago Toscano, e in zone di conservazione e protezione speciali”.
“Da quel che ad oggi si sa del progetto dell’aspirante concessionario, non possiamo che condividere le preoccupazioni delle associazioni ambientaliste e di tanti abitanti di Marciana per un intervento che rischia di essere fortemente impattante e soltanto orientato a fini turistici e di profitto per chi gestirà l'albergo”.
“Le opere proposte sembrano in contrasto con quanto previsto dal Piano del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano per le Zone di protezione, con i vincoli derivanti dalla presenza di una zona speciale di conservazione, ma anche con il Piano Paesaggistico-PIT della Regione Toscana e con le misure di tutela connesse alla presenza di un’IBA, ossia di un habitat importante per la conservazione di uccelli selvatici, e del Santuario Pelagos per la protezione dei mammiferi marini”.
“Chiediamo quindi alla Regione Toscana, prima che siano autorizzate le trasformazioni proposte dall’aspirante concessionario, di valutare la coerenza del progetto con il Piano Paesaggistico – PIT e di richiedere puntuali verifiche a Difesa Servizi Spa, ai Ministeri dell’Ambiente e delle Attività Culturali, al Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e al Comune di Marciana”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto di notte sulla strada di San Giovanni in prossimità di un cantiere. Una ragazza è stata trasferita con l'elisoccorso a Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità