Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:45 METEO:PORTOFERRAIO12°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Attualità venerdì 28 novembre 2014 ore 10:01

I sindaci pagano un nuovo studio per i sinkhole

Un studio geologico più dettagliato e mai provato prima verrà finanziato da tutti i sindaci dell'isola. De Santi: "La Regione faccia lo stesso"



RIO ELBA — Novità importanti sono emerse durante il consiglio comunale che si è tenuto ieri sera a Rio Elba. Il sindaco De Santi ha infatti annunciato quanto convenuto nella conferenza dei sindaci che si è tenuta ieri mattina. Due sono i passi avanti per la gestione dell'emergenza geologica della zona del Piano: una nuova e più accurata mappatura del terreno verrà effettuata a breve e tale studio sarà pagato dagli altri comuni dell'isola che anticiperanno le spese in attesa dei fondi regionali.

"La zona - ha comunicato in apertura De Santi - nonostante sia costantemente monitorata dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, è però soggetta a fenomeni di crolli improvvisi. Anche nelle ultime ore è arrivato un report del monitoraggio che ha registrato nuovi movimenti verticali del terreno che destano preoccupazione, soprattutto per l’incolumità delle persone che abitano o transitano nella zona. 

Un problema che desta preoccupazione anche per i servizi di pubblica utilità per tutta l’Elba che si trovano nella zona del Piano, come la centrale Enel e la stazione idrica di pompaggio Asa". 

Il sindaco ha informato che attraverso contatti diretti con il geologo Casagli, che segue il monitoraggio su incarico della Provincia di Livorno e dalla Regione Toscana, gli è stato indicato un protocollo preciso - consolidato a livello nazionale e internazionale - che deve essere usato in questi casi per risolvere o diminuire il fenomeno. 

Saranno necessari ulteriori monitoraggi specifici, indagini idrogeologiche nell’area di 12 ettari e indagini microgravimetriche, che consentiranno di studiare il sottosuolo in porzioni di circa 20 mq e tomografia elettrica 3d. 

Considerando che entro pochi giorni si conoscerà l’impegno di spesa relativo ad uno studio complesso e approfondito, il sindaco di Rio Elba inoltre ha comunicato che c’è la disponibilità da parte della Conferenza dei sindaci dell’Elba ad anticipare le risorse per le indagini attraverso attraverso un fondo di rotazione della Gestione associata per Turismo e Ambiente. 

Indagini più dettagliate, mai effettuate fino ad oggi, infatti permetteranno una mappatura precisa dei luoghi a rischio. 

“A nome del Comune di Rio nell’Elba - ha detto De Santi - ringrazio ed esprimo un grande apprezzamento verso i sindaci dell’Elba per la solidarietà dimostrata nel voler mettere a disposizione queste risorse, ma nello stesso tempo chiedo a tutti, anche ai soggetti politici di farsi carico di chiedere la stessa solidarietà verso la Regione e gli enti preposti affinché venga garantito preventivamente che queste somme saranno restituite”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questo il bilancio delle persone risultate positive al Covid-19 nelle ultime 24 ore. Sono 752 le persone attualmente positive in isolamento
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità